Gennaro Regina

Napoli - 07/08/2013 : 07/08/2013

Grandi novità in casa Voyage Pittoresque: la factory nata dall’idea dell’artista Gennaro Regina inaugura una nuova sede presso l’aeroporto di Napoli Capodichino.

Informazioni

Comunicato stampa

Grandi novità in casa Voyage Pittoresque: la factory nata dall’idea dell’artista Gennaro Regina inaugura una nuova sede presso l’aeroporto di Napoli Capodichino

Mercoledi 7 agosto si apriranno le porte di una “VP Factory in miniatura”, uno spazio di circa 30 mq dove turisti e viaggiatori potranno ammirare ed acquistare le opere dell’artista Gennaro Regina: impressioni su tela che ritraggono i più noti simboli partenopei e mediterranei come i “vesuvi urlanti” dalle tinte vivaci, che sbuffano ora lava, ora urla di protesta, ora frasi scaramantiche; le vedute di Napoli al chiarore dell’alba o nelle luci calde del tramonto ed ancora le splendide isole del mare nostrum come Capri, Ischia, Stromboli. Nel nuovo spazio espositivo di Capodichino sarà in vendita anche la raffinata linea di oggettistica di design firmata Gennaro Regina: oggetti in cristallo, metallo, terracotta e porcellana, tutti rigorosamente raffiguranti simboli e immagini legati alla cultura napoletana, souvenir colti ed espressione di un artigianato contemporaneo e di alta qualità.

Gennaro Regina, napoletano, classe 1965, è un creativo a tutto campo: designer, fotografo, artista, lavora da sempre su immagini e temi legati all’iconografia partenopea, attribuendo alla tonalità del colore la motivazione primaria del suo linguaggio espressivo. Erede di una famiglia di editori d’arte e librai antiquari, alla fine degli anni Novanta apre con il fratello Vincenzo, “Le Voyage Pittoresque”, un elegante spazio a Napoli, dove oggettistica di lusso, spesso ispirata alle antiche gouaches napoletane, incontra stampe attentamente realizzate dagli artigiani della famiglia, oltre alle opere dello stesso Regina. Nel 2011 il PAN Palazzo delle Arti di Napoli presenta la sua prima personale: L’Urlo del Vesuvio, che si rivela subito un successo di pubblico e critica. Nel 2012 l’artista inaugura un nuovo spazio per l’arte: una factory, proprio come quella newyorkese di Andy Whorol negli anni ’60. Voyage Pittoresque Factory è uno spazio di pensiero, di produzione ed incontro, 750 metri quadrati su più livelli con ampie vetrine sulla strada che cambiano allestimento e destinazione d’uso in base alle esigenze. Non un semplice atelier ma un nuovo modo di concepire l’arte. Un progetto culturale dove sono percepite le idee più che le opere, gli oggetti o i servizi offerti.