Future cities

Venezia - 27/08/2012 : 01/09/2012

La mostra invita i partecipanti a gettare uno sguardo più approfondito sulla città reale, impegnandosi a immaginare gli importanti miglioramenti che potrebbero essere apportati grazie a soluzioni creative e ponderate ai problemi di tutti i giorni.

Informazioni

Comunicato stampa

UTURE CITIES
Planning for the 90 per cent
Concorso per artisti e architetti a cura di Connecting Cultures in collaborazione con Celeste Network

I VINCITORI: i dieci migliori progetti selezionati dalla giuria

Ateliermob, Portogallo, Working with the 99%

Pichler Georg, Austria, Dumplab

gravalosdimonte arquitectos, Spagna, Estonoesunsolar

Giovanni Hänninen, Italia, Rendering The City

Interazioni Urbane, Italia, FIL ROUGE_urban project

KH 11, Danimarca, BaseCamp: a pop-up culture

Municipal Housing Secretariat of São Paulo, Brasile, Cantinho do Ceu Complex

Paolo Patelli, Italia, A field is to play

Splace, Italia, Down Plastic Town

Claire Taggart, UK, Social housing

I dieci progetti selezionati saranno esposti nei Magazzini del Sale – Punta della Dogana, Venezia, dal 27 agosto al 1 settembre 2012 durante la XIII Biennale di Architettura.

FUTURE CITIES – PLANNING FOR THE 90 PER CENT è un invito a presentare progetti visivi in qualsiasi media artistico in grado di proporre una trasformazione dei nostri centri urbani. Artisti, fotografi, architetti e designer sono invitati a riflettere sulle problematiche relative agli spazi pubblici e privati di tutto il mondo quali l’edilizia, i trasporti, l’ambiente, il tempo libero, il sovraffollamento, ecc. proponendo soluzioni a basso costo ed a basso impatto tecnologico.

Immaginare il mondo fra quarant’anni, quando sette dei nove miliardi di abitanti vivranno in città. Quando quasi la metà della popolazione si troverà costretta a vivere in abitazioni informali. Il concorso vuole far riflettere sulla necessità e l’urgenza di migliorare i meccanismi vitali della metropoli attraverso la ri-progettazione di situazioni e ambienti solitamente considerati “d’emergenza” e che, attraverso una progettazione visiva innovativa potrebbero rivelare risorse inattese nelle dinamiche di comunità.

PLANNING FOR THE 90 PER CENT invita i partecipanti a gettare uno sguardo più approfondito sulla città reale, impegnandosi a immaginare gli importanti miglioramenti che potrebbero essere apportati grazie a soluzioni creative e ponderate ai problemi di tutti i giorni.

Comitato di selezione:
Anna Detheridge, presidente Connecting Cultures, agenzia di ricerca, Milano.
Joseph Grima, architetto, editor di Domus Magazine.
Richard Ingersoll, professor of Architecture at Syracuse University, Firenze.
Fulvio Irace, architetto, professore di Storia di Architettura Moderna, Milano.
Mary Jane Jacob, artistic director Public Programmes and director of Exhibition studies at School of the Art Institute of Chicago.