Francobolli e cartoline

Napoli - 14/01/2014 : 14/02/2014

Collezione/archivio del francobollo e della cartolina d'artista. Il museo ha creato uno spazio documentativo dedicato a questi settori minori dell'arte, dall'aria ormai vintage.

Informazioni

  • Luogo: MUSEO MINIMO
  • Indirizzo: Via Detta San Vincenzo 3 - Napoli - Campania
  • Quando: dal 14/01/2014 - al 14/02/2014
  • Vernissage: 14/01/2014
  • Generi: arte contemporanea, collettiva
  • Orari: lun e merc ore 15-18, giov e ven 9-12 o su appuntamento

Comunicato stampa

rancobolli

ITALIA: Tiziana Baracchi - Marcello Diotallevi - GaMa FoGa – Roberto Sanchez
AUSTRIA: Helmut King
CANADA: Dale Roberts - Ed Varney
GERMANIA: Peter Küstermann - Angela Pähler - Petra Weimer - TicTac
OLANDA: Ko De Jonge - EverArts
RUSSIA: Yuri Gik
USA: Reed Altemus - Ginny Lloyd - Zoe Elizabeth Zois

Cartoline

ITALIA: Tiziana Baracchi – Mariano Bellarosa - Enzo Bergamene - Mirta Caccaro – Franco Canale -Tonia Copertino - Adriana De Manes – Fabio Donato - Francesco Esposito – Luciano Ferrara - Selvaggia Filippini - Maurizio Follin - Gabriella Gallo - Lucia Gangari – Oreste Lanzetta - Lucio Luongo – Riccardo Marassi - Walter Pennacchi – Paola Rivabene – Claudio Romeo - Roberto Sanchez – Vauro – Carla Viparelli – Oreste Zevola
REGNO UNITO: Stephanie Turnbull
FRANCIA: Yolaine Carlier - Michel Della Vedova - Rémy Pénard
FINLANDIA: Paul Tiilila
GERMANIA: Karl-Friedrich Hacker - Henning Mittendorf - Tic Tac
BELGIO : Luc Fierens

Il C’era una volta di antica memoria fiabesca ha colpito la cartolina e il francobollo. Quali i motivi? L’eccessivo costo, esoso di un servizio postale inefficiente e la crisi della voglia di scrivere attraverso l’antico schema della scrittura. Le cartoline sembrano resistere solo nelle città d’arte e tra gli artisti visivi desiderosi di pubblicizzare e immortalare le proprie opere. Cartoline che finiscono per essere usate nei modi più diversi, oppure gettate via senza alcun rispetto ma come nel caso del Museo Minimo raccolte in una sezione speciale. Con i francobolli. Un infinito libro dell’arte che può essere sfogliato con rispetto, amore, dedizione da parte di chi ama conservare per far conoscere sempre nuovi messaggi artistici. Il Museo Minimo come è sempre nel suo stile ha pensato bene di continuare a farle vivere mettendole a disposizione di un pubblico sempre curioso e attento anche a questo settore creandone uno spazio documentativo.
Giancarlo Da Lio