Franco Cenci – Armata Innocenza

Roma - 16/04/2015 : 25/04/2015

Un cuore che unisce, cuce e rimanda a sentimenti innocenti. Un universo parallelo a quello degli adulti, il mondo dell’infanzia e della preadolescenza di cui Franco Cenci trova l’essenza in quel cuore ricamato.

Informazioni

  • Luogo: INTERNO 14 NEXT
  • Indirizzo: Piazza Galeria 14 b - Roma - Lazio
  • Quando: dal 16/04/2015 - al 25/04/2015
  • Vernissage: 16/04/2015 ore 18,30 su invito
  • Autori: Franco Cenci
  • Curatori: Manuela De Leonardis
  • Generi: arte contemporanea, personale

Comunicato stampa

Il giorno 16 Aprile 2015 alle 18.30 Interno 14_lo spazio dell’AIAC – Associazione Italiana di Architettura e Critica presenta “Armata Innocenza” di Franco Cenci a cura di Manuela De Leonardis.

“Un cuore che unisce, cuce e rimanda a sentimenti innocenti. Un universo parallelo a quello degli adulti, il mondo dell’infanzia e della preadolescenza di cui Franco Cenci trova l’essenza in quel cuore ricamato.
A generare il ritmo di Armata Innocenza - nel suo snodarsi con tempi e pause negli spazi di Interno 14 a Roma - non possono che essere pulsazioni

L’idea delle pulsazioni in quanto espansioni ritmiche delle arterie può essere utile, quanto quella della frequenza temporale, come ideale metafora di questo viaggio.
L’infanzia, il gioco, l’innocenza: i primi dieci anni della vita dell’individuo lo segneranno per sempre nel suo percorso esistenziale. L’artista indaga e riflette su queste tematiche, partendo dalle sue suggestioni personali, da ricordi che egli traduce con delicatezza e ironia. (…) Gioco e giocattolo sono i due elementi fondamentali - indissolubili - della storia dell’uomo, indispensabili alla crescita fisica, intellettuale e sociale del bambino. Anche il caso entra in queste dinamiche, determinando ora il gioco, ora il giocattolo. Un seme, un pezzo di carta, uno spago… un oggetto qualsiasi della quotidianità, ma anche il corpo stesso del bambino, possono trasformarsi in giocattolo, quindi in gioco. (…) Armata Innocenza nasce da un gioco di parole. L’artista parte dalla suggestione della definizione di Beata Innocenza, che da beata diventa armata, perché è il doversi difendere da qualcosa che c’è tutt’intorno e che aggredisce l’infanzia, annientandone l’essenza poetica.” (Manuela De Leonardis)

La mostra è visitabile dal 17 al 25 Aprile su appuntamento: t. 3492605792

L'iniziativa non si prefigge finalità commerciali di alcun genere, ma fa parte delle attività culturali dell'associazione. L'evento sarà strettamente su invito e prenotazione: mandare una mail a [email protected]