Francis Bacon. Le atmosfere letterarie

Roma - 25/02/2015 : 25/02/2015

Il libro di Marco Tonelli FRANCIS BACON Le atmosfere letterarie, edito da De Luca Editori d'Arte, ha l’ambizione di ripercorre la pittura di Francis Bacon attraverso le sue fonti letterarie, ovvero le letture di prosa e poesia (non la totalità naturalmente ma quelle ritenute più emblematiche) che l’artista fece in vita e da cui rimase in vari modi colpito.

Informazioni

Comunicato stampa

ercoledì 25 febbraio ore 17.30
presentazione del libro di Marco Tonelli
FRANCIS BACON Le atmosfere letterarie (De Luca Editori d'Arte)



MACRO
via Reggio Emilia 54
Sala Cinema

Intervengono:
Federica Pirani
Luigi Ficacci
Lorenza Trucchi
Marco Tonelli

Il libro di Marco Tonelli FRANCIS BACON Le atmosfere letterarie, edito da De Luca Editori d'Arte, ha l’ambizione di ripercorre la pittura di Francis Bacon attraverso le sue fonti letterarie, ovvero le letture di prosa e poesia (non la totalità naturalmente ma quelle ritenute più emblematiche) che l’artista fece in vita e da cui rimase in vari modi colpito.

Delle letture di Francis Bacon (1909-1992) sappiamo quello che ne disse lui, che ne raccontarono e ne scrissero i numerosi e importanti critici che lo frequentarono ma soprattutto ciò che era conservato nello studio londinese di Mees Rews 7 o nell’abitazione di Dale Farm nel Suffolk, oggi raccolto e archiviato in un elenco di circa 1340 titoli presso la Dublin City Gallery The Hugh Lane di Dublino, sua città di nascita.
Dostoevskij, Eschilo, Baudelaire, Proust, Freud, Joyce, Berlin, Nietzsche, Tolstoj, Conrad, Blixen, Eliot, Yeats, Pound, Burroughs, Bataille, Beckett, Gide, Tennesse Williams, Shakespeare, Spender sono solo alcuni degli autori letti e amati da Bacon che testimoniano i suoi vasti interessi letterari e che aiutano a comprendere lo sfondo culturale delle opere realizzate tra 1944 e 1992.
Queste fonti sono state spesso citate dai più eminenti studiosi di Bacon pur non avendo mai ricevuto la stessa attenzione filologica e “archeologica” di quelle visive: eppure si tratterebbe di immagini scritte o di passaggi salienti che potrebbero aver eccitato la fantasia pittorica di Bacon ed esserne per certi versi una controparte psicologica, come se la sua pittura ne fosse una traduzione in un ambito creativo parallelo.
Con il presente saggio l’autore ripercorre l’opera di Bacon analizzandone i rapporti con specifiche fonti letterarie che l’artista stesso definiva “atmosfere” e “congegni di immagini” per i suoi dipinti.

MARCO TONELLI critico d’arte, con De Luca Editori ha già pubblicato La più mirabil cosa. Teoria della statua da Donatello a Rodin; Pino Pascali. Catalogo generale delle sculture 1964-1968 e The Art Horror Picture Show. È stato Commissario Inviti della XIV Quadriennale di Roma e Assessore alla Cultura di Mantova, dove attualmente vive.