Fotografia Italiana. Cinque film cinque grandi fotografi

Bacoli - 16/01/2015 : 13/02/2015

Cinque appuntamenti per ammirare documenti audiovisivi che raccontano, in chiave divulgativa e non noiosa, la vicenda artistica e creativa dei maggiori fotografi italiani.

Informazioni

  • Luogo: TERME STUFE DI NERONE
  • Indirizzo: Via Stufe di Nerone, 45, 80070 - Bacoli - Campania
  • Quando: dal 16/01/2015 - al 13/02/2015
  • Vernissage: 16/01/2015 ore 19.30
  • Generi: cinema
  • Orari: OGNI VENERDI a partire dal 16 gennaio 2015 ore 19.00-20.30
  • Biglietti: ingresso libero
  • Sito web: http://www.flegreaphoto.it
  • Telefono: +39 3926421465
  • Email: contact@flegreaphoto.it

Comunicato stampa

OTOGRAFIA ITALIANA cinque film cinque grandi fotografi

CINQUE APPUNTAMENTI per ammirare documenti audiovisivi che raccontano, in chiave divulgativa e non noiosa, la vicenda artistica e creativa dei maggiori fotografi italiani

OGNI VENERDI a partire dal 16 gennaio 2015 ore 19.00-20.30 | INGRESSO LIBERO
Terme Stufe di Nerone Bacoli | durata video 50 minuti - seguirà dibattito

calendario proiezioni

Gabriele Basilico venerdì 16 gennaio | Gianni Berengo Gardin venerdì 23 gennaio | Ferdinando Scianna venerdì 30 gennaio | Franco Fontana venerdì 6 febbraio
Mimmo Jodice venerdì 13 febbraio




produzione
Giart-Visioni d'arte + Cineteca Bologna + Contrasto di Alice Maxia regia di Giampiero D'Angeli

le videoproiezioni permettono a fotoamatori ed appassionati di fotografia, anche i più giovani, di farsi un’idea precisa riguardo la qualità e lo spessore artistico del lavoro svolto nel ‘900 dai nostri più grandi fotografi e, inoltre, costituiscono validi strumenti di conoscenza per intraprendere un percorso di comprensione e approfondimento anche per i non addetti ai lavori

info e prenotazioni | [email protected] | 392.6421465

16 gennaio 2015 | GABRIELE BASILICO
GABRIELE BASILICO inizia a fotografare nei primi anni ’70. Dopo la laurea in architettura (1973), si dedica con continuità alla documentazione della città e del paesaggio urbano.
Il suo primo progetto fotografico è Milano ritratti di fabbriche 1978-80, ampio lavoro che ha come soggetto la periferia industriale milanese. Nel 1984-5 con il progetto Bord de mer partecipa, unico italiano, alla Mission Photographique de la DATAR, il grande mandato governativo affidato a un gruppo internazionale di fotografi con lo scopo di rappresentare la trasformazione del paesaggio francese.
Nel 1991 partecipa alla mission su Beirut, città devastata dalla guerra civile durata 15 anni.
Fino ad oggi Gabriele Basilico ha prodotto e partecipato a numerosissimi progetti di documentazione in Italia e all’estero, che hanno generato mostre e libri, tra i quali Porti di mare (1990), L’esperienza dei luoghi (1994), Sezioni del paesaggio Italiano (1998), Interrupted City (1999), Cityscapes (1999), Scattered City (2005), Intercity (2007).
Tra gli ultimi impegni: Silicon Valley su incarico del San Francisco M.O.M.A., Roma 2007 realizzato per conto del Festival Internazionale di Fotografia 2008, e Mosca Verticale, progetto fotografico sul paesaggio urbano di Mosca, ripreso dalla sommità delle Sette Torri Staliniane | (da fondazionefotografia.org)