Nell’anno dell’EXPO di Milano, la mostra Food vuole approfondire i temi architettonici legati a immagazzinamento, distribuzione, consumo e smaltimento del cibo e delle materie prime, stimolando il confronto con le questioni primarie dello spazio e del tempo che abitiamo.

Informazioni

  • Luogo: MAXXI - MUSEO DELLE ARTI DEL XXI SECOLO
  • Indirizzo: Via Guido Reni 4a - Roma - Lazio
  • Quando: dal 28/05/2015 - al 08/11/2015
  • Vernissage: 28/05/2015 ore 19.30 su invito
  • Autori: Le Corbusier, Frank Lloyd Wright, Henry Hargreaves, Ignazio Gardella, Atelier Bow Wow, Margarethe Schütte-Lihotzky
  • Curatori: Pippo Ciorra
  • Generi: architettura, arte contemporanea, collettiva
  • Orari: Dal martedì al venerdì 11.00-19.00 Sabato 11.00-22.00 Domenica 11.00-19.00 La biglietteria chiude un'ora prima Chiusure tutti i lunedì 1 maggio 25 dicembre
  • Biglietti: Intero € 10 Ridotto € 8 per tutti i minori di 30 anni; per gruppi a partire da 15 persone e categorie convenzionate; giornalisti iscritti all’albo con tessera di riconoscimento valida; tesserati FAI – Fondo Ambiente Italiano; possessori Carta Civita; possessori biglietto d’ingresso Museo Ebraico di Roma Ridotto € 4 a studente (oltre i 14 anni) per gruppi classe (scuole secondarie di secondo grado) che acquistano le attività educative; Gratuito minori di 14 anni, disabili che necessitano di accompagnatore, accompagnatore del disabile, dipendenti MiBACT, accompagnatori e guide turistiche Regione Lazio, 1 insegnante ogni 10 studenti, membri ICOM, soci AMACI, giornalisti accreditati, possessori della membership card del MAXXI, studenti universitari di Arte e Architettura (dal martedì al venerdì)*
  • Catalogo: a cura di Pippo Ciorra e Alessio Rosati
  • Editori: QUODLIBET

Comunicato stampa

Nell’anno dell’EXPO di Milano, la mostra Food vuole approfondire i temi architettonici legati a immagazzinamento, distribuzione, consumo e smaltimento del cibo e delle materie prime, stimolando il confronto con le questioni primarie dello spazio e del tempo che abitiamo



Accrescere la coscienza dell’impatto che le questioni
legate al cibo hanno sulla vita delle persone

Oltre 50 opere di diversi artisti e architetti che, in un percorso che si espande dalla dimensione del corpo umano fino a quella globale, dalla cucina alla casa, dalla città alla regione, al mondo, affrontano gli effetti globali politici, sociali, urbani, economici, che la produzione, la distribuzione, il consumo e lo smaltimento del cibo hanno sulle comunità e i territori.