Filippo Tagliati – Disarmonie prospettiche

Roma - 03/07/2012 : 17/07/2012

Monty&Company presenta Disarmonie prospettiche, i lavori del fotografo italiano Filippo Tagliati che è alla sua prima mostra in Italia.

Informazioni

Comunicato stampa

Monty&Company presenta Disarmonie prospettiche, i lavori del fotografo italiano Filippo Tagliati che è alla sua prima mostra in Italia.

L’artista, dopo i suoi studi all’Università di Bologna in Semiotica e Storia dell'Arte, si trasferisce in Arizona dove riceve il suo Master in Fotografia presso l’Arizona State University. Attualmente vive e lavora negli Stati Uniti dove è titolare della cattedra di Fotografia e Video nel dipartimento d'arte, Grand Rapids Community College in Michigan


Le serie fotografiche proposte nell’esposizione appartengono a un periodo produttivo interamente dedicato a fotografie di architetture e paesaggi ottenute assemblando, in post produzione, una consistente serie di scatti realizzati in diversi momenti del giorno e della notte e da diverse angolazioni. Il risultato è una chimera, un collage fotografico dove il riferimento al luogo o al tempo fotografato si perde negli innumerevoli accostamenti antiprospettici e impossibili da codificare. I riferimenti alla pittura sono molteplici: le vertigini architettoniche piranesiane, le assurdità percettive di Escher, la rigidità geometrica del cubismo, fino alla esplosiva preponderanza di colori fluorescenti di matrice iperrealista.
Le opere fotografiche e i video di Tagliati sono stati esposti negli Stati Uniti, al Toronto Urban Film Festival, Canada; all’International Film e Video Festival Aarau in Svizzera; al CologneOFF VI in Germania; al The Scientist Festival Videoarte a Ferrara; alla Soil Gallery a Seattle e a The Digital Era, Climate/Gallery a Long Island, NY. Diverse collezioni private includono le opere di Tagliati come la Public Art Collection della città di Tempe, la Northlight Gallery e l’ Herberger Institute for Design and the Arts all’Arizona State University. www.filippotagliati.com
Galleria Monty&Company si trova nel rione più antico di Roma, ricco di fascino e storia nel cuore di quello che fu un tempo l’Argiletum che portava dalla Suburra ai Fori. Restano visibili, sia sulla facciata che all’interno dello spazio, tre colonne di marmo cipollino, memoria di perduti portici, e pareti medievali che fanno da fascinosa cornice a opere d’arte contemporanea.