Filippo Cristini – Hidden Among the Leaves

Milano - 05/06/2019 : 07/07/2019

Potrebbero esistere altre dimensioni oltre la nostra. Una di queste è come se ne fosse una versione congelata, fermatasi un po’ di anni fa. Nello spazio di Current, le opere sono squarci nel piano del reale, veri e propri spioncini verso questa realtà parallela, a noi irraggiungibile.

Informazioni

  • Luogo: CURRENT
  • Indirizzo: Via Sant’Agnese 12 - Milano - Lombardia
  • Quando: dal 05/06/2019 - al 07/07/2019
  • Vernissage: 05/06/2019 ore 18
  • Autori: Filippo Cristini
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: su appuntamento

Comunicato stampa

Potrebbero esistere altre dimensioni oltre la nostra. Una di queste è come se ne fosse una versione congelata, fermatasi un po’ di anni fa.
Nello spazio di Current, le opere sono squarci nel piano del reale, veri e propri spioncini verso questa realtà parallela, a noi irraggiungibile.
Per la sua natura, ci appare allo stesso tempo a familiare ma in ogni caso fuori dalla nostra portata, come se custodisse un oggetto irrimediabilmente perso: un’irrequietezza quasi violenta che ci è appartenuta in una certa fase della vita

Forse quella dei giochi irruenti, sanguigni, fatti di richiami magari truci, ma resi lontani dalla simulazione e dall’inconsapevolezza. Quanti bravi giovani sono caduti sui pavimenti delle guerre di soldatini?
Attraversando il nostro passato, leggendolo con una lente che all’epoca neanche sognavamo potesse esistere, siamo simili a esploratori di un pianeta misterioso ai bordi della galassia.

[ENG]

There may be other dimensions besides ours. One of these is like a frozen version, freezed a few years ago.
In Current's space, the works are gashes in the plane of reality, true peepholes towards this parallel world, unattainable to us.
By its nature, this world appears familiar but the same time out of our reach, as if it guarded an irretrievably lost object: an almost violent restlessness that belonged to us at a certain stage of life. Maybe in the time of impetuous, bloodthirsty games, made of perhaps grim remarks, but made far by simulation and unawareness. How many good young people have fallen on the floors of toy soldiers wars?
Crossing our past, reading it through a lens that we didn't even dream of at the time, we are like explorers of a mysterious planet on the edge of the galaxy.