Festival Terre Comuni / Terres Communes

Torino - 01/04/2014 : 09/04/2014

Una grande manifestazione che ospita tutte le produzioni francesi e italiane nate all’interno del progetto e tanti altri spettacoli realizzati da compagnie del Piemonte e della regione Provenza Alpi Costa Azzurra.

Informazioni

  • Luogo: CASA DEL TEATRO RAGAZZI E GIOVANI
  • Indirizzo: Corso Galileo Ferraris 266 - Torino - Piemonte
  • Quando: dal 01/04/2014 - al 09/04/2014
  • Vernissage: 01/04/2014
  • Generi: performance – happening, serata – evento, teatro
  • Biglietti: ingresso libero
  • Sito web: www.terrecomuni.eu
  • Email: info@terrecomuni.eu

Comunicato stampa

Il progetto Alcotra sulle arti performative TERRE COMUNI / TERRES COMMUNES, luogo di creazione, di dialogo interculturale e di cooperazione transfrontaliera tra Francia e Italia e rivolto ai ragazzi e ai giovani, coinvolge in particolare la regione Piemonte e la regione Provenza Alpi Costa Azzurra ed è organizzato dalla Fondazione Teatro Ragazzi e Giovani onlus (Torino), capofila del progetto, dal Théâtre Durance (Château-Arnoux/Saint-Auban), dal Théâtre de Grasse (Grasse) e dal Théâtre du Briançonnais (Briançon)



Tutti i protagonisti si incontreranno dal 1° al 9 aprile 2014 a Torino e Pinerolo per il FESTIVAL TERRE COMUNI / TERRES COMMUNES – GIOCATEATRO TORINO, una grande manifestazione che ospita tutte le produzioni francesi e italiane nate all’interno del progetto e tanti altri spettacoli realizzati da compagnie del Piemonte e della regione Provenza Alpi Costa Azzurra. Un appuntamento immancabile per un pubblico vario, per famiglie, insegnanti e operatori culturali provenienti da tutta Italia e dall'estero. Un’occasione per confrontarsi sulle nuove tendenze e ricerche delle arti sceniche.

Si potranno vedere le quattro produzioni del progetto:
Carta Memoria de La Compagnie Clandestine (coprodotto dal Théâtre Durance), in cui Ester Bichucher e Denis Fayollat sono maestri dell’arte di far rivivere la carta, spettacolo che parla di origini, di radici, di ricordi, di tracce e di cammini;
Piccole Modifiche dell’Associazione Sarabanda (coprodotto dal Théâtre de Grasse e dal Théâtre du Briançonnais), diretto e interpretato da Boris Vecchio, in scena con Davide Riminucci e Marco Tindiglia, la storia di un uomo che guarda il mondo, raccontata con un linguaggio semplice, a tratti fumettistico, spesso ironico e divertente;
Hansel & Gretel dei Fratelli Merendoni della Fondazione TRG onlus, con Pasquale Buonarota e Alessandro Pisci, in cui la fiaba viene raccontata dai due vecchi fratelli burattinai, una riflessione sulla sottile differenza tra finzione e inganno;
ATO della Fondazione TRG onlus, un incontro tra due artisti internazionali, Alfredo Zinola e Ximena Ameri Cespedes, con una famiglia: una performance, a metà tra installazione e un gioco teatrale, che sarà condivisa con il pubblico.


Il festival ospiterà inoltre nove altri interessanti spettacoli:
Je n’ai absolument pas peur du loup! di Jeux de Mains Jeux de Vilains (Avignon), che invita piccoli e grandi a interrogarsi sulle proprie paure, uno spettacolo per tutti che prende spunto da due racconti di Alphonse Daudet e Sergej Prokofiev;
Knup de La Compagnie d’A… ! (Niozelles), un concerto-racconto per sturare i ventricoli e le orecchie, un giovane carbonaio e una principessa rifiutano il destino loro tracciato, uno spettacolo per tutta la famiglia, e non solo;
Sarebbe bello de Il Dottor Bostik, un allestimento che unisce l’evocazione potente della narrazione alla magia del teatro di figura, per parlare di piccoli e grandi errori, di cambiamenti possibili;
Il giro del mondo in 80 giorni della Fondazione TRG onlus, uno spettacolo dinamico, ricco di suggestioni gestuali e musicali, provenienti da vari continenti, in cui gli spettatori verranno coinvolti in una grande favola moderna;
A proposito di Piter Pan della Compagnia Stilema, in cui si parla della voglia di spiccare il volo dalla finestra della propria camera e la paura di diventare grandi;
L’anatra, la morte e il tulipano di Franceschini/Droste & Co. (Berlino) - Compagnia Tardito/Rendina (Torino) - Associazione Sosta Palmizi (Cortona), un duetto teatrale stralunato, buffo e poetico che sul palco trova una sua corrispondenza musicale nell’abbinamento inusuale fra fagotto e violoncello; Rompere le scatole di Onda Teatro, un gioco continuo in cui le scatole si trasformano e diventano macchinine, robot, vestiti, carillon. Le lacrime, le risate e i corpi scatenati si tramutano in lievi coreografie e in azioni teatrali che raccontano e disegnano le emozioni della vita;
Dove vanno a finire i palloncini? di Assemblea Teatro, una produzione teatrale che parte dalle canzoni che Rascel aveva pensato per l’infanzia: un arrangiamento moderno e tre bravi attori in grado, proprio come Rascel, di attraversare le varie declinazioni dell’arte;
Marameo – Sogni a colori della Fondazione TRG onlus, un viaggio nella fantasia, un cartone animato vivente in cui danza e disegno si fecondano a vicenda, mostrando un lato poetico e creativo della tecnologia contemporanea legata al cartoon, allo schermo e ai videogiochi.

Venerdì 4 aprile, dalle ore 16.00 alle ore 18.30, alla Casa del Teatro Ragazzi e Giovani si terrà inoltre il convegno “IL TEATRO PER LE NUOVE GENERAZIONI: L’ARTE oltre I CONFINI”, coordinato da Graziano Melano Direttore artistico e progettuale Fondazione TRG onlus Torino. Dopo i saluti di Frédérique Bouilleux, Direttore Alliance Française di Torino, relazioneranno Nino D’Introna Direttore TNG Centre Dramatique National (Lione), Sonia Chiambretto Autrice teatrale, Giovanna Palmieri Presidente Assitej Italia, Agnès Saurat Assitej France-Progetto Scena Centro, Mimma Gallina Organizzatrice teatrale e docente, Gian Luca Favetto Scrittore e giornalista, Chiara Alpestre Dirigente scolastico. Interverranno anche Robert Pasquier Direttore Théâtre Durance (Château-Arnoux/Saint-Auban), Jean Flores Direttore Théâtre de Grasse (Grasse), Frank-Eric Retière Direttore Théâtre du Briançonnais (Briançon), Pasquale Buonarota, Alessandro Pisci e Alfredo Zinola Fondazione TRG onlus (Torino), Ester Bichucher e Denis Fayollat La Compagnie Clandestine (Manosque), Boris Vecchio Associazione Sarabanda (Genova), Guido Castiglia Nonsoloteatro (Torino/Pinerolo).
Scrittori, giornalisti, educatori, direttori di teatro, attori e registi, al termine del Progetto “Terre Comuni/Terres Communes” si confrontano e s’interrogano sulle peculiarità del linguaggio teatrale contemporaneo per l’infanzia e la gioventù. Il confronto avviene in una prospettiva europea di superamento dei confini, sia territoriali sia di genere artistico.

L'Osservatorio Critico del Festival "Terre Comuni / Terres Communes - Giocateatro Torino" assegnerà domenica 6 aprile, alle ore 18.00, le proprie menzioni agli spettacoli ritenuti maggiormente meritevoli.


Una trasmissione radiofonica, animata dai giovani, sarà inoltre realizzata il 4 aprile in diretta da Torino. Si tratta della fase conclusiva di un articolato progetto radiofonico “Radio Terre Comuni / Terres Communes”, in cui sono state coinvolte tre radio: Fréquence Mistral Sisteron Val de Durance/Fréquence Mistral Briançon, Radio Agora Côte d’Azur, 110 Web Radio (Università di Torino). L’intento è stato quello di coinvolgere dei giovani e dare loro nuove responsabilità, che non fossero quelle di semplici spettatori.