Federica Patera e Andrea Sbra Perego – Note senza testo

Milano - 23/09/2021 : 21/10/2021

Il progetto RAR di Federica Patera e Andrea Sbra Perego in esposizione a Verona.

Informazioni

  • Luogo: MANUEL ZOIA GALLERY
  • Indirizzo: Via Maroncelli, 7 - Milano - Lombardia
  • Quando: dal 23/09/2021 - al 21/10/2021
  • Vernissage: 23/09/2021 ore 17
  • Curatori: Cristina Cuttica
  • Generi: arte contemporanea, personale

Comunicato stampa

NOTE SENZA TESTO
opere di Federica Patera Andrea Sbra Perego

a cura di Cristina Cuttica

23 settembre - 21 ottobre 2021
opening 23 settembre ore 17-20

Verona, Atelier Alice Voglino, Corso Milano 23


Note senza testo - il progetto RAR di Federica Patera e Andrea Sbra Perego
in esposizione a Verona
Una selezione di opere del progetto RAR (2015 - 2021) presentato per la prima volta a Torino a fine 2017, proposte a Verona in una suggestiva esposizione che si inaugura giovedì 23 settembre


Il titolo della mostra è Note senza testo e prende ispirazione dalla raccolta omonima contenuta nell’opera Scritti curata per Adelphi da Roberto Calasso, editore e intellettuale di infinita conoscenza recentemente scomparso, in cui il pensiero di Roberto Bazlen, amico e collega illuminato editore, viene raccolto in “…una sequenza di «note senza testo»: annotazioni leggere, acuminate, narrative o aforistiche o epistolari, leggibili tutte come appunti per un’immaginaria scienza dell’autotrasformazione. Una scienza che, se esistesse, non si manifesterebbe in forma scritta; e, finché è immaginaria, si manifesta per scritto nel modo più discreto, quasi impercettibile”.

Note. Brevi e provvisori appunti senza rapporto reciproco, che in RAR assumono le sembianze di citazioni. Frasi autonome di senso compiuto che possono vivere da sole ma che, se collegate tra loro da parole chiave, possono originare veri e propri testi; significanti che acquisiscono nuovi significati quando collegati in un ordine altro.
Trame di parole estratte da opere letterarie collegate da un filo rosso su trame di tessuto, metafora della vita.
Il progetto RAR di Federica Patera e Andrea Sbra Perego vede il coinvolgimento di circa 40 libri, eterogenei per generi e autori – tra cui ricordiamo J.L. Borges, David Foster Wallace, J.G. Ballard, Giorgio Manganelli, Elémire Zolla, Simone Weil, Cristina Campo, Stephen King –, catalogati in un archivio costruito nel tempo, dal quale sono tratte 140 citazioni suddivise per parole chiave.
Le opere del progetto RAR ci invitano a rileggere le frasi estratte dalle pagine di origine seguendo un filo rosso che, come un filo di Arianna, ci guida verso l’uscita del labirinto di parole, per condurci in nuove trame letterarie capaci di raccontare le sfumature della vita, in una moltiplicazione di potenziali combinazioni che richiamano il sistema di archiviazione digitale RAR, che consente di comprimere e decomprimere il contenuto dei file senza perdere informazioni.
Con il progetto RAR, Patera e Sbra Perego ci portano a domandarci se il linguaggio sia sufficiente a descrivere la realtà, o se rappresenti un’infinita serie di potenziali scatole cinesi, attraverso le quali affacciarci su altrettanti aspetti della realtà stessa che amplificano la nostra conoscenza.
Libri e parole come contenitori di significati, quindi, compressi ed espandibili. Parole che sono energia che si trasforma in materia. Parole che creano immagini e diventano arte, che ci portano a pensare e a riconoscere nuovi significati, a osservare nuove sfumature della realtà. Parole che ci abitano, che innescano la nostra memoria emotiva, che riportano in vita esperienze, ricordi, memorie recenti o arcaiche, di passaggi di vita vissuta. Parole come atti magici che ci inducono ad ascoltarci per comprendere in modo più compiuto il mondo in cui viviamo arricchendolo di significato universale.
Parole e frasi contenute nei libri che diventano, quindi, veri e propri file RAR, compressi ed estendibili, nel tempo.

L’esposizione, ospitata nell’atelier di Alice Voglino, pittrice che attraverso il linguaggio del colore indaga l’essenza delle cose, rientra nel progetto dell’artista di indurre il visitatore a interrogarsi sull’esistenza attraverso differenti linguaggi artistici. Questo è il terzo evento organizzato a Verona nell’atelier di Alice Voglino da Manuel Zoia Gallery, galleria che propone l’arte contemporanea in contesti urbani e lavorativi di differenti città del territorio nazionale.

- Cristina Cuttica, art project








La mostra apre al pubblico giovedì 23 settembre dalle ore 17:00 alle 20:00.
Visite su appuntamento telefonando a +39 3407998911 (telefono, sms, whatsapp) fino al 21 ottobre 2021 in orari pomeridiani presso Atelier Alice Voglino, in Corso Milano 23 a Verona.
L’accesso sarà consentito solo alle persone provviste di green pass nel rispetto delle normative vigneti.







CURRICULUM VITAE
Patera – Sbra Perego: letteratura e arte legate da un filo; una collaborazione che coniuga le esperienze di entrambi in un lavoro comune, che vuole essere un ponte e un punto d’incontro tra due discipline.

www.pateraperego.com

Esibizioni:
Settembre 2021 - (La) natura (é) morta?, finale premio Cramum ottava edizione, a cura di Sabino Maria Frassà; villa Mirabello, Milano
Dicembre 2020 – Rar: 2015 – 2020; Raffaella de Chirico arte contemporanea, Torino
Maggio 2019 – Steal from Here; Cavalerizza Reale, Torino
Ottobre 2018 – Presentazione catalogo Rar: mappe letterarie; Libreria Bodoni-spazio B, Torino
Novembre 2017 – Paesaggio immaginale; Raffaella de Chirico arte contemporanea, Torino
Giugno 2017 – Presentazione catalogo Rar: mappe letterarie; libreria Colibrì, Milano
Maggio 2017 – Here; Cavallerizza Reale, Torino
Dicembre 2016 – Rar: mappe letterarie; Associazione culturale Galfer20, Torino