Ewa-Mari Johansson – Nero su Bianco

Milano - 26/10/2011 : 21/01/2012

Dipinti dall’artista Anders Örnberg, i nudi della Johansson si mutano, pur conservando intatta la loro femminilità, in composizioni astratte dove ogni elemento concorre al perfetto equilibrio: dai volumi dei corpi, ai segni dipinti, ai rapporti di luce e ombra, persino al bordo nero del fotogramma.

Informazioni

  • Luogo: GALLERIA 70
  • Indirizzo: Corso Di Porta Nuova 38 - Milano - Lombardia
  • Quando: dal 26/10/2011 - al 21/01/2012
  • Vernissage: 26/10/2011 ore 18.30 su invito
  • Autori: Ewa-Mari Johansson
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: da martedì a sabato 10-13.30 e 16-19.30
  • Biglietti: ingresso libero

Comunicato stampa

Ewa-Mari Johansson, il cui lavoro si divide tra la fotografia d’arte e quella di moda, porta in questa mostra un’interpretazione tanto originale quanto raffinata del nudo femminile, frutto della collaborazione con il pittore, suo amico e conterraneo, Anders Örnberg. I corpi delle modelle ritratte sono infatti dipinti da questo artista con i motivi di campiture geometriche nere caratteristici della sua opera. La Johansson combina queste forme con quelle del corpo e delle ombre, e plasma il risultato nelle pose spesso ardue, che fa assumere alle ragazze - atlete e danzatrici - fissandolo in un nitido, elegante bianco e nero

Ponendo sempre la massima attenzione nell’escludere dalla scena i lineamenti del volto, che vi porterebbero un peso destabilizzante, la Johansson tramuta così i suoi nudi, dei quali riesce comunque a trasmettere tutta la femminilità, in magnifiche composizioni astratte dove ogni elemento è chiamato alla determinazione dell’equilibrio perfetto: dalle diverse parti del corpo, ai motivi dipinti, ai rapporti di luce e contrasto, persino al margine nero del fotogramma, che, lungi dal costituire un vezzo estetizzante, svolge un’interazione delicatissima con l’immagine e ne diviene, in assenza di significativi aspetti di discontinuità nello sfondo, indispensabile termine di paragone.