Ermanno Barovero / Francesco Preverino – Golgota

Torino - 18/03/2016 : 13/04/2016

Mostra di arte sacra contemporanea "Golgota", con opere di Ermanno Barovero e Francesco Preverino, docenti dell'Accademia Albertina di Belle Arti.

Informazioni

Comunicato stampa

Venerdì 18 marzo alle ore 18,00, presso la Chiesa di Nostra Signora del Suffragio, si inaugura la mostra di arte sacra contemporanea "Golgota", con opere di Ermanno Barovero e Francesco Preverino, docenti dell'Accademia Albertina di Belle Arti. L’organizzazione è stata curata dal Centro Studi Faà di Bruno in collaborazione con l’Art Gallery La Luna. Presenzierà il critico d’arte, Edoardo Di Mauro, direttore del Museo di Arte Urbana (MAU)


La Chiesa di Nostra Signora del Suffragio è meglio nota ai residenti del quartiere San Donato ed ai torinesi come la "Chiesa di Faa’ di Bruno", da Francesco Faa' di Bruno, nobile piemontese, militare, scienziato e benefattore, annoverato tra i grandi "santi sociali" torinesi dell'Ottocento, per la sua azione di protettore delle giovani donne in cerca di servizio.
La Chiesa, di cui fu iniziata la costruzione nel 1866, è in stile neoromanico e vanta il campanile più alto di Torino (75 metri).
Ermanno Barovero e Francesco Preverino sono due tra i più significativi autori della generazione post concettuale torinese ed italiana, emersa a partire dai primi anni Ottanta.
Entrambi, dopo avere operato nell'ambito dell'installazione e in quello della scultura tesa alla sperimentazione di nuove forme e nuovi materiali, hanno indirizzato la loro ricerca in direzione di una pittura intensa, simbolica ed espressionista al tempo stesso, in grado di parlare del reale, senza appiattirsi sul dato della quotidianità e memore della grande tradizione di questa disciplina.
L'installazione "Golgota", di grande forza stilistica ed intensità spirituale, è stata realizzata nel 2006 con due quadri di grandi dimensioni, che saranno posizionati sulle balaustre site nelle due cappelle laterali all’altare maggiore. Insieme a questi verrà esposta una serie di studi preparatori di più ridotte dimensioni.
L’evento si realizza anche con il supporto del MAU, che tra il 2013 ed il 2014, ha curato la decorazione della parete del circolo ricreativo della Chiesa di San Alfonso, nel Borgo Campidoglio.