Enrico Rinaldi – Digital paintings

Udine - 11/04/2015 : 18/04/2015

Digital paintings: I lavori di pittura digitale sperimentano interazioni tra figure, eventi, materie appartenenti a tempi, spazi e contesti differenti, contemporanei e del passato.

Informazioni

Comunicato stampa

«Le composizioni fotografiche sono elaborazioni che agiscono sul rapporto tra il soggetto, l'oggetto e il media, attraverso ricollocazioni di materiali preesistenti in nuovi contesti.»: questa è la definizione che Enrico Rinaldi dà delle proprie opere.
Digital paintings: I lavori di pittura digitale sperimentano interazioni tra figure, eventi, materie appartenenti a tempi, spazi e contesti differenti, contemporanei e del passato.
Essi vengono elaborati in modalità tali da attivare, attraverso la ricontestualizzazione, nuove poetiche, dove sono al contempo annullate e mantenute le distanze temporali e stilistiche tra gli elementi delle composizioni


La Galleria “Nuovo Spazio” ha spesso proposto nelle proprie sedi sia mostre di fotografia che di pittura digitale, a cominciare dagli anni Settanta, in cui presentava la prima mostra italiana di Arte Digitale con le opere elaborate al computer di Edward Zajec, in un’epoca in cui gli elaboratori elettronici in Italia si trovavano solo a Trieste, al Centro di Ricerca, a Roma e in qualche altra città.
L’artista, in questa mostra, presenta alcune opere delle serie “Il cuore di Pasolini”, “Shoah”, “The Shadow of life”, “Migranti”, “Italia Anni Settanta”, “Bosco (a Gustav Klimt)”, “Sfondali”, in cui l’artista veneziano rielabora alcune fotografie d’archivio o scatti di luoghi per lui importanti, in modo da trasformarli in un’opera assolutamente diversa, ricontestualizzandoli e creando una nuova poetica.
In occasione della mostra verrà presentato un catalogo a cura di Diego Collovini, edito dalla Nuovospazio Edizioni.
La mostra gode del Patrocinio dei club Unesco di Udine e di Venezia