Enrico Crispolti e Mikhail Koulakov

Perugia - 17/12/2013 : 17/12/2013

Incontro di Studio dedicato, in loro presenza, allo storico dell’arte ENRICO CRISPOLTI e al pittore MIKHAIL KOULAKOV (a cura di Emidio De Albentiis e Massimo Duranti).

Informazioni

Comunicato stampa

Incontro di Studio dedicato, in loro presenza, allo storico dell’arte ENRICO CRISPOLTI e al pittore MIKHAIL KOULAKOV (a cura di Emidio De Albentiis e Massimo Duranti)
Biblioteca dell’Accademia di Belle Arti “Pietro Vannucci” - Perugia
Martedì 17 dicembre 2013, ore 17.30

Enrico Crispolti (Roma, 1933) si è formato a Roma alla scuola di Lionello Venturi. Docente di Storia dell’arte pere circa 40 anni (dal 1966 al 2005) in varie Accademie e Università italiane. Nel 1986, a Siena, ha fondato la Scuola di Specializzazione in Storia dell'Arte, da lui lungamente diretta

Ha curato numerosissime mostre e rassegne dedicate alla ricerca artistica contemporanea, in un’attività che si è ininterrottamente dipanata dagli anni ’60 ai giorni nostri. Solo per ricordare alcune iniziative: Sei pittori italiani dagli anni Quaranta ad oggi. Alberto Burri, Bruno Cagli, Lucio Fontana, Renato Guttuso, Mattia Moreni, Ennio Morlotti (Arezzo, 1967), alcune edizioni della Biennale del metallo e della Biennale della ceramica di Gubbio, la IX Biennale internazionale di scultura Città di Carrara. Scultura, Architettura, Città a Carrara (1998). Significato particolare rivestono le grandi mostre dedicate al Futurismo, fra cui la prima grande retrospettiva di Giacomo Balla (Torino, 1963), Ricostruzione futurista dell'universo (Torino, 1980), Dal Futurismo all’Astrattismo (Roma, 2002). Ha curato inoltre numerose antologiche o retrospettive di artisti contemporanei, tra le maggiori quelle di Corrado Cagli, Pietro Cascella, dei fratelli Basaldella, di Enrico Prampolini (Roma, 1992), di Francesco Somaini, di Lucio Fontana, di Mario Ceroli
Oltre i cataloghi generali delle opere di Enrico Baj, Lucio Fontana, Renato Guttuso e le monografie su Corrado Cagli e i fratelli Basaldella (per non ricordarne che alcune in un’attività di mirabile operosità intellettuale), i suoi studi si sono rivolti principalmente al Futurismo (Il mito della macchina e altri temi del Futurismo; Storia e critica del Futurismo; Il Secondo Futurismo: 5 pittori + 1 scultore), all’Informale (L'Informale. Storia e poetica; Ricerche dopo l'Informale) e alla Pop Art (Sociologia e iconologia del Pop Art). Ma non sono mancati importanti studi ricognitivi generali come L'arte del disegno del Novecento italiano e La pittura in Italia. Il Novecento 3. Le ultime ricerche. Molto significativo, sul piano del metodo, anche il saggio, più volte ristampato, Come studiare l'arte contemporanea.

Mikhail Koulakov (Mosca 1933), esponente dell'avanguardia sovietica degli anni Sessanta, uno dei fondatori della nuova astrazione in Russia, laureato in Scenografia, presso l'Istituto delle Arti Teatrali di Leningrado nel 1962, si è formato culturalmente a Mosca e a Leningrado dove ha esposto le sue opere sin dagli anni ‘60 in spazi alternativi rispetto al realismo socialista di stato. Nel 1976 trasferisce in Italia.
Nel 1977 partecipa alla Biennale di Venezia La nuova arte sovietica. Una prospettiva non ufficiale curata da Enrico Crispolti che lo segue come critico e amico fin dal suo arrivo in Italia.
Tra le mostre più recenti: l’Antologica alla Galleria Statale Tretyakov di Mosca nel 2008 e la personale alla GNAM di Roma, presentata da Maria Vittoria Marini Clarelli nel 2011. L’Artista ha esposto in vari paesi europei e negli Stati Uniti e le sue opere sono presenti in prestigiosi musei in Europa e Oltre Oceano
Mikhail Koulakov pratica da anni le Art Marziali, è maestro di T’ai Chi chuan 7° Duan ed è vicino alla spiritualità taoista che si rispecchia in molte sue opere.

L’Incontro di Studio si prefigge, oltre alla riflessione su queste due importanti figure, curata da Emidio De Albentiis e da Massimo Duranti, di celebrare il loro 80° compleanno (sono entrambi del 1933) e la loro appartenenza al Corpo Accademico (Crispolti come Accademico d’Onore, Koulakov come Accademico di Merito) della prestigiosa Accademia di Belle Arti “Pietro Vannucci” di Perugia. Il Maestro russo presenterà un filmato sulla sua storia umana e artistica, prodotto dall’Associazione L’Albatros di Roma e metterà a disposizione del pubblico il catalogo della sua recente personale Un ponte tra due culture.