Enrica Borghi – Crystal Dream

Firenze - 06/05/2014 : 18/07/2014

La sede Patrizia Pepe è caratterizzata da spazi in cui l’aspetto creativo è l’elemento centrale. E’ proprio nell’head quarter che il Brand, con il passare degli anni, ha rafforzato il legame con la cultura ospitando esposizioni d’arte contemporanea. In questa occasione Patrizia Pepe ospita Enrica Borghi.

Informazioni

  • Luogo: PATRIZIA PEPE
  • Indirizzo: Via Gobetti7/9 50013 Capalle - Firenze - Toscana
  • Quando: dal 06/05/2014 - al 18/07/2014
  • Vernissage: 06/05/2014 ore 17,30
  • Autori: Enrica Borghi
  • Curatori: Ronaldo Fiesoli
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: lunedì/venerdì 9.30/12.30 - 14.00/18.00 solo su appuntamento
  • Email: info@patriziapepe.it

Comunicato stampa

CRYSTAL DREAM

Dopo la mostra personale alla Estorick Collection di Londra, Enrica Borghi torna in Italia con un allestimento per la sede di Patrizia Pepe in provincia di Firenze.
L'artista esporrà negli spazi creativi dell'azienda opere storiche accanto a nuovi allestimenti site-specific.
Ad accogliere i visitatori nella hall ci sarà la maestosa Regina, realizzata per il Castello di Rivoli nel 1999 con più di 5000 bottiglie in plastica trasparente, alta quasi 5 metri

E’ questa sicuramente un'occasione importante per rivedere un’opera che ha segnato in modo significativo la carriera della Borghi, consacrata in uno dei più importanti musei italiani di arte contemporanea. Lo stretto legame tra arte e moda trova negli spazi dell’Head Quarter di Patrizia Pepe la location perfetta per essere narrato.
Salendo al piano superiore, nell’area del doppio volume attiguo alla mensa, troveremo l’installazione Meduse dai toni fluo, ultimo lavoro della vulcanica artista, che incantano per la trasparenza del materiale e l'intensità del colore. La plastica colorata si modella e assume nuova forma tra le mani dell'artista che diventa alchimista, trasformando la materia seguendo la propria creatività.
La sala riunioni infine ospiterà Arazzo, opera che sottolinea l'importanza della manualità e del gesto all'interno della ricerca artistica di Enrica Borghi, da sempre attenta sia ai temi del recupero sia della trasformazione di significato: è così infatti che semplici strisce di plastica ricavate dai sacchetti della spesa si trasformano in preziosi fili con cui intrecciare storie.