Ennio Alfani – Ritratto con guanti

Roma - 24/10/2014 : 28/03/2015

La vetrina presenta l'opera di Ennio Alfani dal titolo 'Ritratto con guanti'. Si tratta di un lavoro inedito, del 2013, ideato proprio per questa particolare occasione.

Informazioni

  • Luogo: VETRINA DI BRECCE
  • Indirizzo: Via Mario De' Fiori 61 - Roma - Lazio
  • Quando: dal 24/10/2014 - al 28/03/2015
  • Vernissage: 24/10/2014 ore 18
  • Autori: Ennio Alfani
  • Curatori: Antonio Capaccio, Claudia Rozio
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: la mostra e' visibile ininterrottamente giorno e notte
  • Patrocini: una produzione di BRECCE per l'arte contemporanea e Hotel Piazza di Spagna e con il sostegno di Azimut

Comunicato stampa

Da venerdì 24 ottobre 2014, fino a sabato 28 marzo 2015, la Vetrina di BRECCE presenta l'opera di Ennio Alfani dal titolo 'Ritratto con guanti'. Si tratta di un lavoro inedito, del 2013, ideato proprio per questa particolare occasione.

“Questo 'olio, acrilico e matita su alluminio, tela e guanti'' è un lavoro crudo e simbolico. La povera figura dipinta da Alfani certo non appartiene ai fortunati in terra. C'è poco di seducente in questo volto spoglio che sembra lo specchio di un quotidiano senza storia e senza riscatto

Ma avvertiamo che il pittore, mentre graffiava la materia opaca e correggeva in terra bruciata ogni opulenza, cercava qualcosa che appena riconosciamo e a cui possiamo dare nome. Che, per il solo fatto di essere l'oggetto di un ritratto, fosse anche un tiranno o un criminale, un Giuda o un pazzo, nessuno sfugge - se il pittore è bravo - al rischio di ritrovarsi impigliato in un velo di umanità, di pietas e dunque di bellezza. La verità che s'incarna in questa nuda apparenza animale è allora un'altra. Ci confonde e apre un varco verso una imprevista realtà. Come i miseri guanti vuoti appesi sotto l'effige, che non sembrano così diversi da quelli che impugnavano, con eleganza e vigore, i gentiluomini di Tiziano o Frans Hals. Sono vuoti e cadenti, ma sono mirabili e suadenti. Sono il nostro niente.” (Antonio Capaccio)

La Vetrina di BRECCE, situata al numero 61 di via Mario dé Fiori, nel centro di Roma, nasce da una collaborazione di BRECCE per l’arte contemporanea con l’Hotel Piazza di Spagna. Si tratta di un spazio espositivo visibile dalla strada, a fianco dell'entrata principale dello storico Hotel romano. Le mostre, pensate per essere fruite in questa maniera, sono dunque visibili ininterrottamente giorno e notte. A partire dal 2002, la Vetrina di BRECCE ha presentato opere, fra gli altri, di Ennio Alfani, Franca Bernardi, Antonio Capaccio, Mimmo Grillo, Yuki Lamb, Federica Luzzi, Claudio Olivieri, Enrico Pulsoni, Arnaldo Sanna, Ettore Sordini, Naoya Takahara, Giuseppe Tabacco. Negli spazi della hall dell'Hotel Piazza di Spagna sono esposte in permanenza opere di Antonio Capaccio e Paolo di Capua.
Ennio Alfani è nato a Tivoli il 2 settembre 1956, vive e lavora a Roma. Nel 2000 ha tenuto la sua prima mostra personale, presso la galleria Maniero di Roma, dal titolo Volti. Ha partecipato a numerose mostre collettive, tra le quali: Seminario, Complesso Monumentale dell’Annunziata, Tivoli; L’Arte a Roma, ex Mattatoio, Roma; XXXVII Premio Suzzara, Galleria civica D’Arte Moderna , Suzzara; Doppia Coppia, Complesso Monumentale dell’ Annunziata, Tivoli; Materiamorfosi, Galleria Comunale di Arte Moderna, Roma; Il fascino Indiscreto della pittura 2, Galleria Maniero, Roma; Extravergine, Trevi Flash Art Museum, Trevi; Venticinque tondi tondi, Galleria Maniero, Roma; Art in- box, Kulturni Centrum Vltavskà, Praga; Il sogno verde, Cooperativa Agricoltura Nuova, Roma / Villa Gregoriana, Tivoli; A piedi scalzi; Quadratonomade (; Anello, Tralevolte, Roma / Conservatorio Respighi, Latina / ex Confraternita dei Battuti, Vicoforte; Rom in Rothenburg, Johanniterscheune
des Kriminalmuseums, Rothemburg.
.