Emblema Opificio

Napoli - 23/12/2012 : 23/12/2012

Secondo appuntamento allo Spazio Nea, con ArchiliNea, la rassegna di architettura che ogni mese presenta progetti e lavori dei designer napoletani delle ultime generazioni. La galleria del centro storico partenopeo ospita stavolta Emblema Opificio, con un incontro incentrato sul design di gioielli e di pezzi unici di arredo, a cui seguirà una mostra nella Project Room di Nea.

Informazioni

  • Luogo: SPAZIO NEA
  • Indirizzo: Via Costantinopoli 53 - Napoli - Campania
  • Quando: dal 23/12/2012 - al 23/12/2012
  • Vernissage: 23/12/2012 ore 19
  • Generi: design, incontro – conferenza

Comunicato stampa

Secondo appuntamento allo Spazio Nea, domenica 23 dicembre 2012, alle 19.00, con ArchiliNea, la rassegna di architettura che ogni mese presenta progetti e lavori dei designer napoletani delle ultime generazioni. La galleria del centro storico partenopeo ospita stavolta Emblema Opificio, con un incontro incentrato sul design di gioielli e di pezzi unici di arredo, a cui seguirà una mostra nella Project Room di Nea.

È dal 1987 che Giuseppe e Francesco Emblema forgiano monili, sculture e arredi nel loro laboratorio di Terzigno, ai piedi del Vesuvio e a pochi metri dal museo dedicato al padre Salvatore

La materia, ovvero metalli, pietra lavica, legno, è il loro punto di forza. È dalla natura che partono per realizzare le loro creazioni, tra uso comune e forma d’arte. L’oggetto si dota di quel surplus che fa di esso un pezzo unico, si veste di fattezze irripetibili e si pone oltre la consuetudine senza per questo perdere la sua utilitas.

E’ questo il principio ispiratore di tutta la produzione dei fratelli Emblema, che con le loro sperimentazioni, ben ancorate alla tradizione, hanno conquistato un mercato importante anche al di là dell'oceano. È il vulcano ad ispirare gli artisti, che lavorano la lava, la pomice e tutti quei derivati piroclastici, con cui realizzano primi oggetti di uso quotidiano come tavoli, panche, luci, vassoi. Da qualche anno Francesco e Giuseppe hanno applicato le loro tecniche lavorative anche ai metalli quali il bronzo, l'ottone fino ad arrivare al prezioso oro. Anche il sistema linfatico delle piante viene usato per creare monili: foglie e cortecce vengono disseccate, tagliate e poi modellate per ottenere una produzione seriale ma allo stesso tempo irripetibile, perché non c'è un vegetale o un sistema linfatico uguale ad un altro.