Emanuele Tozzoli – Contemporary Archetypes

torino - 17/11/2018 : 08/12/2018

Il giovane artista Emanuele Tozzoli espone nella sua mostra personale, una ventina di dipinti a tecnica mista frutto della sua più recente produzione.

Informazioni

  • Luogo: ARTGALLERY37
  • Indirizzo: Via Buniva 9/TER/F - torino - Piemonte
  • Quando: dal 17/11/2018 - al 08/12/2018
  • Vernissage: 17/11/2018 ore 17,30
  • Autori: Emanuele Tozzoli
  • Curatori: Roberto Borra
  • Generi: arte contemporanea, personale

Comunicato stampa

"L'arte non riproduce il visibile, rende visibile" (Paul Klee)

Alla galleria di Arte Moderna e Contemporanea Artgallery37 di Torino che vanta l’esposizione di artisti quali Marc Chagall, Giorgio De Chirico, Emilio Vedova, Ennio Morlotti, Luigi Spazzapan, Ezio Gribaudo, dal 17 novembre all’ 8 dicembre il giovane artista Emanuele Tozzoli espone nella sua mostra personale, una ventina di dipinti a tecnica mista frutto della sua più recente produzione. L’esposizione è curata da Roberto Borra, con la direzione artistica di Carlo Iorietti e Alessandro Merlo


In occasione della mostra è stato pubblicato dalle Edizioni d’arte Ag37 un catalogo a colori curato dallo Staff Collectionart.


BIOGRAFIA

Nato in Italia nel 1989, Emanuele scopre la pittura nei primissimi anni di età insieme al padre, artista che da più di quaranta anni dipinge e crea sculture con ogni tipo di materiale.
A 7 anni crea le sue prime piccole sculture assemblando oggetti e dipinge i suoi primi astratti informali, scoprendo un lato dell’arte creativo e affascinante.
Profondamente attratto dalla natura più intima della ricerca artistica, negli anni seguenti estende i suoi studi al campo della musica, formandosi nell’adolescenza come tecnico del suono.
Dal 2007 così inizia a comporre musica elettronica, portando avanti la sua ricerca nel campo del suono.
Negli anni seguenti studia composizione musicale e suona le sue produzioni nei club d’Italia ed Europa, pubblicando inoltre su diverse etichette discografiche underground.
Impara il restauro del legno antico lavorando nella bottega di suo nonno e, per circa 10 anni, lavora anche come decoratore e restauratore di dipinti murali insieme al maestro d’arte torinese Silvio Scarafiotti.
In questi anni di apprendimento e di lavoro raffina le sue abilità manuali, impara le peculiarità del colore e sonda le profondità della composizione.
Emanuele elabora un metodo di lavoro unico che riassume tutte le esperienze maturate nel campo artistico e lavorativo.
Nei suoi dipinti utilizza un worklfow istintivo e viscerale, tramite il quale crea una profonda connessione tra la sua parte interiore ed il momento presente.
Vive la sua arte come un profondo percorso di apertura e conoscenza, nel quale ogni dipinto diventa la materializzazione di un mondo introspettivo, onirico e stravagante.
Utilizza una simbologia ricorrente caratteristica del suo stile che richiama le forme originarie dell’infanzia.
Dal 2018 fa parte del “Progetto Top Artists 37” dell’Associazione Culturale Collettivo 37 di Torino che lo porterà nel 2019 in importanti esposizioni museali nazionali e dal 4 al 17 marzo 2019 in un’esposizione di carattere internazionale, nella Galleria Dundas Street Gallery di Edimburgo (Scozia) in rappresentanza dell’arte italiana.
Nel 2018 firma un contratto con la Saphira e Ventura Gallery di New York che vanta opere di maestri senza tempo come Keith Haring, Jackson Pollock, Salvador Dali, Andy Warhol, Frida Khalo, Diego Rivera e Alberto Giacometti.

ARTIST STATEMENT

Un viaggio negli archetipi, nelle visioni e negli incubi dell'infanzia.
Attratto dalle parti più recondite della natura umana discende nelle sue profondità alla ricerca delle figure originarie.
Emanuele Tozzoli vive la sua arte come un profondo percorso di apertura e conoscenza, indagando la natura sottile della composizione artistica.
Con un workflow istintivo e viscerale lascia uscire liberamente ciò che proviene dall'inconscio, utilizzando una sua simbologia ricorrente.
Ogni opera è il risultato di un flusso primitivo dove il dipinto diventa la materializzazione di un mondo interiore onirico e stravagante.

C.V.

2018 - Galleria Accorsi, Venice / Turin (ITALY)
2018 - Van Der Plas Gallery, New York (USA)
2018 – Artgallery37, Turin (ITALY) “Contemporary Archetypes” a cura di Roberto Borra
2018 - Le Dame Art Gallery, London (UK)
2018 - Saphira e Ventura Gallery, New York (USA)
2018 - Daville Baillie Gallery, Johannesburg (SOUTH AFRICA)
2018 – Canvas Tube / Canvas Museum, Vancouver (CANADA)
2018 – 19Karen Gallery, Mermaid Beach (AUSTRALIA)