Elisabet Norseng – Tocchi

Roma - 11/10/2011 : 15/10/2011

Ritorna con la sua terza personale a Roma l’artista norvegese Elisabet Norseng. La mostra, realizzata con la collaborazione della Reale Ambasciata di Norvegia presso lo Stato Italiano, si compone di nuovi lavori a pastello che arricchiscono con originali suggestioni il suo peculiare repertorio linguistico, ben noto ai visitatori di vari musei del Nord Europa e ai collezionisti di primarie gallerie, soprattutto di Parigi, Oslo, Reykjavik, Bergen, Helsinki, Copenaghen, Goteborg.

Informazioni

  • Luogo: SALON PRIVE' ARTI VISIVE
  • Indirizzo: Via Natale del Grande 39 00153 - Roma - Lazio
  • Quando: dal 11/10/2011 - al 15/10/2011
  • Vernissage: 11/10/2011 ore 18 con un video dell’artista e un concerto per strumenti a fiato di Gaute Vikdal che eseguirà musiche di Sven Lyder Kahrs e brani tradizionali norvegesi
  • Autori: Elisabet Norseng
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: ore 17 – 20

Comunicato stampa

ELISABET NORSENG



“Tocchi”

opere su carta


Ritorna con la sua terza personale a Roma l’artista norvegese Elisabet Norseng. La mostra, realizzata con la collaborazione della Reale Ambasciata di Norvegia presso lo Stato Italiano, si compone di nuovi lavori a pastello che arricchiscono con originali suggestioni il suo peculiare repertorio linguistico, ben noto ai visitatori di vari musei del Nord Europa e ai collezionisti di primarie gallerie, soprattutto di Parigi, Oslo, Reykjavik, Bergen, Helsinki, Copenaghen, Goteborg



I “tocchi” della Norseng sono l’espressione cromatica di una sperimentazione incantata che materializza sulla distesa dei fogli, talvolta in termini di pura astrazione, talvolta in chiave giocosamente infantile, ma sempre con accenti di poetica leggerezza, il racconto di emozioni e scoperte legate ai suoi vagabondaggi esplorativi in territori intimi e segreti, eppure offerto senza filtri o riserve allo sguardo del mondo.

Particolarità dell’allestimento di questa mostra - accompagnata da un nuovo volume che raccoglie 77 pastelli in scala 1 : 1 dell’artista, con il testo critico di Hanne Holm-Johnsen, curatrice del Preus Museum di Horten – è la sua contestualizzazione in un’ambientazione domestica, nella quale le opere esposte si trovano a dialogare con arredi, oggetti e decorazioni di vari epoche e stili.