Elena Hamerski / Stefano Stagni – Innesti

Bologna - 10/10/2015 : 15/11/2015

Un fotografo commerciale, co-curatore di uno spazio d’arte contemporanea, ed un’artista si incontrano forzatamente, uniti dalla volontà di un curatore di farli collaborare insieme.

Informazioni

  • Luogo: STUDIO CLOUD 4
  • Indirizzo: Via Parini 4/a 40129 - Bologna - Emilia-Romagna
  • Quando: dal 10/10/2015 - al 15/11/2015
  • Vernissage: 10/10/2015 ore 16-19
  • Autori: Elena Hamerski, Stefano Stagni
  • Curatori: Stefano W. Pasquini
  • Generi: fotografia, arte contemporanea, doppia personale
  • Orari: aperto su appuntamento
  • Telefono: +39 05119986982

Comunicato stampa

Un fotografo commerciale, co-curatore di uno spazio d’arte contemporanea, ed un’artista si incontrano forzatamente, uniti dalla volontà di un curatore di farli collaborare insieme. La loro esperienza comune ed il loro background sono distanti, ma l’entusiasmo prende il sopravvento e la collaborazione diventa metodo di conoscenza, soprattutto per le loro diverse competenze, che hanno la potenzialità di fare andare il lavoro in una direzione nuova, altra.

Innesti è una sorta di gioco d’arte e fotografia contemporanea in cui i due artisti collaborano insieme facendo uso delle poetiche e degli interessi reciproci, creando un progetto transgenerazionale capace di sorprenderci



La mostra inaugura in occasione della Giornata del Contemporaneo promossa da AMACI.



A commercial photographer, co-curator of a contemporary art space, and an artist are forced to meet up, united by the will of the curator to make them collaborate. They have no experience nor background in common, but enthusiasm springs up and their collaboration becomes a method for knowledge, especially since their diverse competences and backgrounds become a fertile ground to make the work go towards an unexpected, new direction.

Innesti / Graftings is a sort of game of art and contemporary photography where both artist collaborate using each other’s poetics and interests, meeting up into a transgenerational project that is bound to surprise us.

The show opens on the Day of the Contemporary, promoted by AMACI, the National Association of Italian Contemporary Museums.