Elena Franco – Cauti racconti immaginari

Bologna - 27/01/2017 : 27/01/2017

Incontro con l’architetto e fotografa Elena Franco per la presentazione delle nuove opere su Palazzo Ghiselli Vasselli.

Informazioni

  • Luogo: STUDIO CENACCHI ARTE CONTEMPORANEA
  • Indirizzo: Via Santo Stefano 63 - 40125 - Bologna - Emilia-Romagna
  • Quando: dal 27/01/2017 - al 27/01/2017
  • Vernissage: 27/01/2017 ore 18,30
  • Autori: Elena Franco
  • Generi: presentazione, incontro – conferenza
  • Orari: Apertura straordinaria: in occasione dell’Art City White Night, Studio Cenacchi sarà aperto sabato 28 nei consueti orari (10,00 - 12,30 e 15,30 - 19,00), prolungando l’apertura fino alle 24,00; domenica 29 gennaio 2017 negli orari 10,00 - 12,30 e 15,30 - 19,00

Comunicato stampa

Si terrà venerdì 27 gennaio alle ore 18,30 l’incontro con l’architetto e fotografa Elena Franco, che illustrerà, insieme a Jacopo Cenacchi, un nuovo capitolo del suo lavoro fotografico di ricerca sugli antichi palazzi nobiliari.
Quest’ultimo lavoro inedito va ad arricchire la mostra in corso presso lo Studio Cenacchi, prorogata sino all’11 febbraio, per consentire una visita al rinnovato allestimento



Oltre ai “Cauti racconti immaginari” su Palazzo Toni Marietti, nei pressi del lago d’Orta, sarà presentato, in coincidenza con Arte Fiera, un nuovo capitolo del lavoro di indagine, consacrato al luogo che ospita la galleria d’arte, ovvero Palazzo Ghiselli Vasselli.

Palazzo Ghiselli Vasselli a Bologna, contraddistinto da una bella facciata in laterizi a vista, che appartiene alla tradizionale architettura bentivolesca, è stato edificato nei primi anni del Cinquecento. Al piano nobile sono stati qui ricollocati nel 1929 affreschi del Guercino provenienti da casa Pannini e si conservano in altre sale opere di G. Gandolfi, A. Basoli e varie decorazioni ottocentesche. L'intero palazzo fu restaurato e rimaneggiato nel 1927 dalla famiglia Rosselli del Turco e in quell'occasione furono ripristinate le decorazioni rimosse nel Settecento.

Elena Franco, partendo da tracce ritrovate sul web, ci accompagna alla sua scoperta, attraverso sale normalmente non accessibili e all’interno del giardino, suggerendo racconti che vogliono esplorare la storia di un luogo e dei suoi abitanti e offrircene una nuova interpretazione, intrecciando documentazione, indagine storica e suggestioni per una nuova valorizzazione.

Le brevi narrazioni per immagini che fanno rivivere Palazzo Toni Marietti insieme al libro d’autore che svela l’opera del pittore Francesco Toni d’Auzate - che il palazzo decorò e, probabilmente, abitò nell’Ottocento - si integrano, così, con le opere concepite specificatamente per Palazzo Ghiselli Vasselli, un’opportunità unica per creare un dialogo fra questi due luoghi ricchi di fascino.

I racconti fotografici di Elena Franco, infatti – spesso sotto forma di indagini vere e proprie – mostrano come, per questa artista, sia importante proporre e cercare nuovi percorsi documentari e di ricerca, capaci di far emergere temi significativi in relazione alla nostra storia, sia essa collettiva o privata e familiare.






L’ARTISTA
Elena Franco (Torino 1973) è fotografa, architetto e si occupa di valorizzazione urbana e del territorio.
Della sua formazione in restauro al Politecnico di Torino conserva la capacità di leggere gli edifici e comprenderne le trasformazioni, anche grazie a un’attenta ricerca storica. Collabora con Il Giornale dell’Architettura, è autrice di articoli e saggi sul tema della rivitalizzazione urbana ed è spesso invitata a intervenire in convegni e workshop in Italia e all’Estero.
Dal 2016 è, inoltre, direttore artistico della Fondazione Arte Nova, per la valorizzazione della cultura Liberty e Art Nouveau.
La fotografia – di documentazione e ricerca – viene spesso utilizzata nei suoi progetti, a supporto del lavoro di costruzione dell’identità locale e di percorsi di messa in rete di potenzialità territoriali.
La sua principale ricerca fotografica sugli antichi ospedali e sugli archivi e paesaggi della cura, in corso dal 2012, dopo essere stata esposta in sedi istituzionali a Milano, Napoli, Vercelli, Venezia, Firenze, accompagnata da convegni e workshop ispirati dal suo lavoro, è ora oggetto di pubblicazione. Il primo volume a riguardo, “La rinascita dell’ex ospedale di Sant’Andrea a Vercelli“, è stato edito nel febbraio 2016 da Silvana Editoriale. Nel 2015, dopo aver partecipato alla proiezione pubblica dei migliori portfolio dell’anno al Musée Elysée di Losanna, con la serie “Hospitalia”, ha vinto a Venezia la prima edizione del “Premio Mediterraneo” e una selezione di opere è entrata a far parte dell’Archivio del Fondo Malerba per la Fotografia e in collezioni private in Italia e Gran Bretagna, mentre nel 2016 è stata selezionata quale finalista per il Combat Prize al Museo G. Fattori di Livorno.
Ha partecipato alle edizioni 2014 e 2016 della Fiera MIA e ad Arte Fiera Bologna 2017.
Il primo capitolo del progetto “Cauti racconti immaginari” è stato presentato al MIA Fair nel 2014 e ai Festival di Colorno e di Salsomaggiore Terme.

STUDIO CENACCHI
Studio Cenacchi nasce dalla ricerca e passione di Jacopo Cenacchi per l’arte contemporanea.
Lo spazio espositivo si sviluppa su tre piani di palazzo Ghiselli Vasselli, edificio del ‘500, in una delle zone più monumentali di Bologna.
La galleria intende essere, in un mondo dell’arte magmatico ed eccessivo dove gli stessi esperti faticano a orientarsi, riferimento rigoroso, intraprendendo la sua indagine nella creatività odierna senza distinzione di medium, anagrafe o genere.

RINGRAZIAMENTI
Si ringraziano Gigliola Foschi e Guido Piacentini per il loro contributo alla realizzazione di questa mostra e le Ancelle del Sacro Cuore di Gesù per aver permesso all’artista di accedere e fotografare Palazzo Ghiselli Vasselli.