Ela Bialkowska – Innocui

Siena - 21/11/2013 : 21/12/2013

Per il ciclo love and compassion, inner room© ha il piacere di presentare un percorso per immagini dal 2010 al 2013 della fotografa Ela Bialkowska .

Informazioni

  • Luogo: INNER ROOM
  • Indirizzo: via G.di Mannaia, 15 53100 - Siena - Toscana
  • Quando: dal 21/11/2013 - al 21/12/2013
  • Vernissage: 21/11/2013 ore 18
  • Autori: Ela Bialkowska
  • Generi: fotografia, personale
  • Orari: lun|sab 10.00|13.00 e 15.30|19.30

Comunicato stampa

Per il ciclo love and compassion, inner room© ha il piacere di presentare un percorso per immagini dal 2010 al 2013 della fotografa Ela Bialkowska . L’autrice stessa con chiarezza e linearità lo definisce così:

“Questo progetto è partito da un lavoro fotografico nato come un esperimento: creare due immagini in bianco e nero di uno stesso oggetto dove le due immagini appaiono una il negativo dell’altra. Una figura, un cipresso, appare in “positivo”, illuminato dalla luce del giorno che si staglia sullo sfondo chiaro del cielo

Nell’altra lo stesso albero, illuminato da una luce artificiale, si discosta dallo sfondo nero della notte. Così quello che a prima vista sembra l’accostamento della stessa fotografia in positivo e negativo si scopre essere due immagini distinte, anche se della stessa figura. Di queste è stato creato a sua volta il loro corrispettivo negativo, creando un ulteriore inganno.
Ciò che mi sembrava interessante in questo esperimento era la possibilità di mettere in crisi, anche solo per un istante, le facoltà di chi osserva la fotografia, mettere in dubbio le convinzioni del soggetto e la pretesa di conoscenza certa.
Ed è il dubbio, questa innocua ma potente capacità, che può far paura a chi pretende di avere la verità in mano.”
La crisi della verità apre la prospettiva della verità tutta intera.


Ela Bialkowska (Polonia, 1973) fotografa, è tra i maggiori interpreti internazionali della documentazione di arte contemporanea. Le sue foto vengono pubblicate regolarmente su libri e riviste. Ha esposto in mostre personali in Italia e all’estero, proponendo prevalentemente cicli di foto realizzate durante i suoi viaggi intrapresi con la giornalista Maria Giulia Minetti (La Stampa), interrogandosi su cos’è l’uomo, la sua storia, la cultura, le abitudini e l’arte. Nel 2011 crea a Firenze con due giovani colleghi OKNOstudio (www.oknostudiophotography.com) un'interessante ed innovativa “bottega fotografica”.
Questa è la sua prima mostra all'inner room.



inner room© fedele alla sua attenzione al gioiello d’artista presenta
inner room jewel box
Sonia Marcacci - Argento

jewelbox è una scatola luminosa dove si apprezza l’incontro tra cultura e manualità artigiana, in questa occasione inaugurale viene proposto un gioiello in argento della serie “sculture indossabili” opera unica della scultrice orafa Sonia Marcacci il cui lavoro di attenta e silenziosa ricerca sulla forma e sulla luce si pone in un dialogo profondo con le immagini di Ela Bialkowska.. www.marcaccisonia.it

Il coordinamento è a cura del Dott. Romeo Giuli
info e contatti
inner room©
via G.di Mannaia, 15
53100 Siena

www.inner-room.org
[email protected]
+39 0577 43160/7
Opening giovedì 21 novembre dalle ore 18.00
Durata dal 21 novembre al 21dicembre
Orario lun|sab 10.00|13.00 e 15.30|19.30


inner room© è una etichetta di produzione artistica nata in Siena originariamente come spazio underground di 7 metri quadrati letteralmente sotto il livello stradale all’interno dello storico negozio fusi&fusi.
Per la sua natura si adatta al dialogo con realtà operative di vario indirizzo: commerciale, alberghiero, imprenditoriale ed altro, apparentemente lontane all’arte contemporanea, riuscendo secondo il suo scopo ad individuare il potenziale di dialogo spazio/opera e favorirne la nascita ed il suo sviluppo coniugando il linguaggio dell’arte alla valorizzazione di senso della realtà che lo ospita. inner room presenta per ogni mostra un gioiello d’artista.
inner room organizza ciclicamente ed in differenti luoghi mostre ed incontri coinvolgendo i talenti dell’arte contemporanea nelle molteplici realtà di ricerca e produzione dell’azienda stessa, il tutto per la crescita spirituale, sociale ed economica delle persone che sono e che passano da Siena. Inner room nasce in continuazione e in discontinuità con la vicenda artistica italiana: l’aspetto continuativo si riferisce soprattutto al carattere performativo della iniziativa; tutti i dettagli sono caratterizzanti un atteggiamento artistico compartecipativo degli autori. L’aspetto discontinuativo è rappresentato dal fatto che gli autori non sono sotto la tutela di colui che li presenta e rappresenta: non più artisti che delegano. In questo senso si rivaluta la tradizione da quella performativa a quella riflessiva ed eremitica. Siamo ovviamente lontani da ogni intendimento di vuota celebrazione rituale: l’umano e il transcendente ritrovano un equilibrio antico.