Effetto Venturi – Gianni Pettena

Milano - 24/01/2013 : 24/01/2013

Peep-Hole inaugura il nuovo ciclo di Effetto Venturi con una conferenza di Gianni Pettena al Museo del Novecento di Milano.

Informazioni

  • Luogo: MUSEO DEL NOVECENTO
  • Indirizzo: Via Marconi, 1 - Milano - Lombardia
  • Quando: dal 24/01/2013 - al 24/01/2013
  • Vernissage: 24/01/2013 ore 18.30
  • Autori: Gianni Pettena
  • Generi: incontro – conferenza
  • Biglietti: ingresso libero fino a esaurimento posti
  • Email: info@peep-hole.org

Comunicato stampa

Giovedì 24 gennaio alle ore 18.30 Peep-Hole inaugura il nuovo ciclo di Effetto Venturi con una conferenza di Gianni Pettena al Museo del Novecento di Milano.

Effetto Venturi è un programma di seminari e incontri sulle tematiche legate alla trasmissione del sapere artistico

Il titolo prende ispirazione dall’omonimo paradosso idrodinamico per il quale la velocità di un fluido in un condotto aumenta in corrispondenza delle strozzature: il principio fisico diventa una possibile metafora della dinamica che ogni artista mette in atto con il proprio lavoro di ricerca, di produzione e di trasmissione del sapere artistico alle generazioni di artisti più giovani.

Alla prima stagione di Effetto Venturi focalizzata sulla realtà italiana, con contributi di Mario Airò, Stefano Arienti, Eva Marisaldi, Liliana Moro e Luca Vitone, segue adesso un nuovo ciclo ospitato dal Museo del Novecento che estende l’indagine alla situazione internazionale, con il coinvolgimento di quattro artisti che da anni partecipano attivamente alla trasmissione del sapere artistico attraverso la propria pratica di insegnamento e di ricerca maturata all’estero: Gianni Pettena, Giuseppe Gabellone, Piero Golia, Maurizio Nannucci. Ogni artista terrà un workshop a numero chiuso e un incontro con il pubblico allo scopo di esemplificare le diverse possibilità di trasmissione del know-how artistico.

La conferenza di Gianni Pettena conclude due giornate di workshop sui temi dell'elaborazione spaziale non-funzionale e delle trasformazioni urbane temporanee.
Gli ultimi quarant'anni testimoniano un'attenzione alla visitazione e invenzione di spazi rivelata dal mondo dell'arte la più ricca di strategie anche concettuali...una storia dell'architettura mai scritta ma fonte d'ispirazione e invenzione da parte degli architetti che raramente citano le fonti da cui traggono strategie di sopravvivenza... fare architettura con gli strumenti dell'arte... ritrovare l'architetto che è in te... organizzare spazi... progettarsi fin da mattina... praticare un linguaggio... l'analisi e la materia... pensiero e azione... natura e artificio... ornamento e delitto... (Gianni Pettena)

Gianni Pettena, nato a Bolzano nel 1940, vive e lavora a Fiesole. Laureato nel 1968 presso la facoltà di Architettura dell’Università di Firenze, vi ha svolto attività didattica a partire dal 1973. Fondatore alla fine degli anni ’60 a Firenze del movimento “architettura radicale” insieme a Superstudio, Archizoom, UFO, nel 1971 viene invitato negli Stati Uniti come artist‐in‐residence al Minneapolis College of Art and Design e l’anno successivo alla University of Utah di Salt Lake City. Prende così avvio un'attività di didattica e di critica che condurrà Pettena a tenere conferenze e seminari in numerosissime scuole e centri culturali di prestigio, tra cui la Columbia University e la Princeton University negli Stati Uniti e l'Arkitekturzentrum di Vienna. Il suo lavoro è stato presentato nelle più prestigiose esposizioni come la Biennale di Venezia, in musei e istituzioni internazionali come il Mori Museum di Tokyo, il Barbican Center di Londra e il Centre Pompidou di Parigi e Metz.

L'incontro con Gianni Pettena è parte del programma di incontri aperti al pubblico della CARD900.

Effetto Venturi è realizzato con il contributo di Fondazione Cariplo.