EduEDA – The EDUcational Encyclopedia of Digital Arts

Prato - 23/11/2012 : 24/11/2012

Un network per la valorizzazione e la diffusione collaborativa delle arti digitali”. Un convegno sulle arti digitali e sull’educazione all’arte dei nuovi media.

Informazioni

Comunicato stampa

Ormai la vita quotidiana di ciascuno di noi è sempre più influenzata da informazioni, contenuti e servizi distribuiti attraverso Internet e ricevuti in ogni momento della giornata: a casa, in ufficio e in mobilità

Anche l’arte e la cultura, ogni giorno che passa , devono confrontarsi con tecnologie digitali che, se ben conosciute e utilizzate possono stimolare la creatività e l’innovazione, generare nuovi modelli di sviluppo culturale e di comunicazione e allargare la partecipazione sociale alla vita pubblica
Il Communication Strategies Lab - Dipartimento di Scienze dell’Educazione e dei Processi Culturali e Formativi dell’Università di Firenze, la Regione Toscana e il Centro per l’arte contemporanea Luigi Pecci di Prato promuovono il 23 e 24 novembre a partire dalle ore 9.00 il convegno dal titolo “EduEDA - The EDUcational Encyclopedia of Digital Arts - un network per la valorizzazione e la diffusione collaborativa delle arti digitali”. L’evento è in collaborazione con l’Accademia di Belle Arti Carrara, l’Accademia di Belle Arti di Firenze, il Conservatorio di Musica “Luigi Cherubini” di Firenze e l’ISIA di Firenze.
Al convegno, che è diviso in quattro principali aree tematiche (territorio e sviluppo, formazione, memoria collaborativa, estetiche) parteciperanno autorità istituzionali (come Cristina Scaletti, Assessore alla Cultura della Regione Toscana; Cristina Acidini, Soprintendente per il polo museale fiorentino e Carlo Sorrentino, delegato del Rettore per la Comunicazione dell’Università degli Studi di Firenze) ma anche esperti del settore e docenti nazionali e internazionali.
Lo scopo delle due giornate, oltre ad una ricognizione sulla situazione attuale delle arti digitali, sarà quello di attivare un processo di cooperazione tra soggetti istituzionali e non che indirizzano gli orizzonti della loro ricerca verso una dimensione dell’arte che unisca all’utilizzo delle tecnologie digitali di comunicazione il perseguimento di valori etici e sociali tesi ad un miglioramento delle condizioni esistenziali dell’individuo e della collettività.
Il convegno punta a diventare un momento di partenza di una crescita indispensabile che favorisca la distribuzione e la condivisione della conoscenza tra gli artisti e gli addetti del settore dell’arte e delle tecnologie digitali, il mondo della formazione e tutti i soggetti istituzionali e non, pubblici o privati interessati al settore.