Edizioni L’Obliquo. Libri illustrati e grafica

Venezia - 13/12/2014 : 10/01/2015

Per la prima volta la galleria dedica una mostra non a un artista, ma a una casa editrice, ripercorrendo la storia della piccola ma prestigiosa realtà bresciana, celebrandone l’attività trentennale.

Informazioni

  • Luogo: GALERIE BORDAS
  • Indirizzo: Piazza San Marco 1994b - Venezia - Veneto
  • Quando: dal 13/12/2014 - al 10/01/2015
  • Vernissage: 13/12/2014 ore 18
  • Generi: disegno e grafica
  • Orari: orari 11-13 e 16-19

Comunicato stampa

Il 13 dicembre la Galerie Bordas di Venezia inaugura la mostra “Libri illustrati e grafica - Trent’anni delle Edizioni l’Obliquo”. Per la prima volta la galleria dedica una mostra non a un artista, ma a una casa editrice, ripercorrendo la storia della piccola ma prestigiosa realtà bresciana, celebrandone l’attività trentennale. Sono libri di piccolo formato, quelli proposti dall’editore Giorgio Bertelli, dalle caratteristiche copertine monocrome, dalla veste grafica preziosa, particolarmente curati nell’eleganza sobria ed essenziale

Ampia e diversificata la proposta editoriale, articolata in sei collane, con scelte spesso originali e inconsuete che spaziano dalla narrativa alla poesia, al teatro; sfogliando il catalogo dell’Obliquo si incontrano autori classici e contemporanei, dagli italiani Busi, La Capria, Lolini, Luzi agli stranieri Artaud, Céline, Genet, Queneau, Dickinson, Ferlinghetti, Strand. Tutti testi inediti, brevi scritti, che in una tiratura limitata a pochi esemplari si confrontano col segno grafico di alcuni importanti artisti contemporanei, chiamati a lavorare sul testo. Paladino, Isgrò, Accardi, Cucchi, Pizzi Cannella, Nunzio, Paolini (suo il disegno per la copertina del catalogo, appositamente realizzato per l’occasione), Salvo, Zorio, Griffa, Fioroni, sono solo alcuni degli artisti il cui lavoro grafico accompagna i libri dell’Obliquo, in una commistione tra arte visiva e letteratura che da sempre caratterizza la linea della casa editrice. Attraverso una selezione accurata tra i trecento titoli editi, la mostra descrive la poetica di un editore “obliquo” nel panorama della carta stampata, i cui libri, lontani dalle logiche commerciali delle grandi realtà editoriali, svelano e raccontano di incontri, amicizie, avventure e passioni. Per l’occasione sarà pubblicato un catalogo.