Ecodesign Exhibition

Cosenza - 03/06/2015 : 06/06/2015

Nel corso delle quattro giornate di lavori si potrà assistere ad una “messa in scena” di linguaggi differenti. Lo scopo sarà quello di mettere a confronto creazioni provenienti da diverse realtà artistiche e progettuali per regalare ai visitatori un affascinante percorso emozionale: mostrare cioè come si possa far interagire le professionalità, creando un connubio virtuoso tra artigianato e design con il valore aggiunto della ecosostenibilità.

Informazioni

Comunicato stampa

esign
Alecci e di Paola (RM), Gianluca Esposito (RM), Amelia Lamberto (ME), Pietre Parlanti Studio (CS), Antonio Battaglia (CZ), Emilio Salvatore Leo (CZ), Nando Segreti (CS), Rosaria Aceto (CS), Giovanni Percacciuolo (CS), Gian Marco Iannello (ME), Steven’s Hats (CS)

artigianato
MIAOOHAUS, A COLORI D’ARIA, RaRECLOCKS, FC PENNE, RICICREA, FATTI A MANO & KASKA, SIBILLA PUTERI, LA STANZA DEI BOTTONI
L’Associazione culturale DiffèrArt, dal 3 al 6 giugno 2015, presenta la prima edizione di ECODESIGN EXHIBITION–COSENZA 2015, realizzata in collaborazione con il Centro Internazionale di Arte Contemporanea-SALA 1 (Roma), UPI-Centro Editoriale e Librario e riMuseum–Museo per l’Ambiente dell’Università della Calabria.
L’evento, patrocinato da Regione Calabria, Provincia di Cosenza, Comune di Cosenza, Università della Calabria, Confartiginato e Confcommercio, mette in luce uno specifico settore del design che si confronta con il problema della sostenibilità attraverso tecniche di riciclo di materiali e oggetti.
ECODESIGN EXHIBITION–COSENZA 2015 aprirà i battenti il 3 giugno nell’Aula Magna dell’Università della Calabria, sala A, con un seminario al quale parteciperanno rappresentanti del Dipartimento di Ingegneria meccanica, energetica e gestionale dell’Unical, della Facoltà di Architettura de La Sapienza di Roma, designer in esposizione e alcuni componenti della Slovak University of Technology in Bratislava (in videoconferenza). Seguirà, alle 18.30, nella sede della Città dei Ragazzi di Cosenza, l’inaugurazione della mostra, accompagnata da una sfilata itinerante di abiti ecosostenibili, con la partecipazione degli allievi dell’Accademia della Moda di Cosenza.
Regioni ospiti di questa prima edizione saranno la Sicilia ed il Lazio che offriranno una panoramica aggiornata sulla produzione del design, confrontandosi con i colleghi calabresi.
Nel corso delle quattro giornate di lavori si potrà assistere ad una “messa in scena” di linguaggi differenti. Lo scopo sarà quello di mettere a confronto creazioni provenienti da diverse realtà artistiche e progettuali per regalare ai visitatori un affascinante percorso emozionale: mostrare cioè come si possa far interagire le professionalità, creando un connubio virtuoso tra artigianato e design con il valore aggiunto della ecosostenibilità.
Per i più piccoli, ma non solo, saranno allestiti laboratori didattici in collaborazione con il Comitato Provinciale Unicef, riMuseum–Museo per l’Ambiente-Unical, Centro editoriale e Librario–Unical, Centro per l’Apprendimento Mediato, nel corso dei quali si approfondirà il ruolo fondamentale del ciclo di vita dei prodotti senza generare rifiuti, quello dei sistemi per impiegare materiali e componenti riciclabili in modo da gestire il riuso in termini di riqualificazione estetica della “spazzatura”.
Per i curiosi ed i neofiti del settore in agenda anche “micro-eventi” per rendere ancora più interessante l’esperienza: degustazioni di vino, cucina biologica, punti ristoro, aperture serali con musica live dal 4 al 6 giugno, grazie alla preziosa collaborazione del comitato #iostoconilocali e di numerosi partner sensibili all’iniziativa.
Conferenza stampa di presentazione
28 maggio ore 11.00-Chiostro di San Domenico, Cosenza