Donne (non più) anonime

Roma - 25/01/2017 : 25/01/2017

Constatata la generale difficoltà di accettare l'utilizzo della verbalizzazione della violenza di genere sulle donne col termine "femminicidio", si approfondirà com'è strutturata la violenza e come si esprime l'arte.

Informazioni

  • Luogo: ALBUMARTE
  • Indirizzo: Via Flaminia 122, 00196 - Roma - Lazio
  • Quando: dal 25/01/2017 - al 25/01/2017
  • Vernissage: 25/01/2017 ore 18
  • Curatori: Daniela Trincia
  • Generi: incontro – conferenza

Comunicato stampa

Constatata la generale difficoltà di accettare l'utilizzo della verbalizzazione della violenza di genere sulle donne col termine "femminicidio", il 25 gennaio si approfondirà com'è strutturata la violenza e come si esprime l'arte.

Interverranno:
Teresa Dattilo - psicoterapeuta: Come si struttura la violenza nella coppia
Rosa Jijón - artista: Cartas de Mujeres, storie uniche

La scrittura come partecipazione politica
Alessandra Sannella - sociologa: Violenza tra tradizione e digital society


L’inarrestabile consumarsi della violenza sulle donne in quanto donne, rende urgente e indispensabile la necessità di parlarne ancora, con impegno ed energia sempre maggiore, perché la violenza è in mezzo a noi e chiunque potrebbe esserne o diventarne vittima.
Nei primi due appuntamenti di Donne (non più) anonime, del 24 e del 26 novembre 2016 ad AlbumArte - spazio indipendente per l’arte contemporanea - si è compreso quanto sia importante dare continuità al confronto in modo ancor più ampio e inclusivo, con il concreto intento di attivare una diffusa consapevolezza e uno scarto culturale. Perché, purtroppo, il femminicidio è fondamentalmente una questione culturale e solo dedicandosi ad essa lo si può estirpare.
Con l’intenzione di proseguire il percorso avviato, si desidera dunque approfondire alcuni temi affrontati e raccogliere gli spunti emersi durante i due primi incontri, sempre attraverso l’esperienza di professionisti che operano sul campo e consegnano la loro conoscenza, oltre che con la testimonianza di chi si è trovata coinvolta in una delle diverse forme di femminicidio.

Perciò, incontriamoci per un anno.

Nel 2017 gli appuntamenti ad AlbumArte avranno una cadenza pressoché bimestrale.
Di volta in volta, saranno comunicati gli argomenti affrontati nel rispettivo incontro e gli ospiti partecipanti.

Il calendario per l’anno 2017:
mercoledì 25 gennaio – ore 18.00
mercoledì 22 marzo
mercoledì 31 maggio
mercoledì 27 settembre
mercoledì 22 novembre

________________________________________

Teresa Dattilo: psicologa psicoterapeuta. Presidente Associazione Donna e politiche familiari. Esperta di violenza sulle donne e minori. Responsabile di progetti di prevenzione alla violenza nelle scuole, di progetti di formazione ad operatori sociosanitari, supervisione clinica e gruppi di sostegno alle vittime. Responsabile del primo progetto su scala nazionale rivolto agli autori di violenza.

Rosa Jijón (Quito 1968, vive e lavora a Roma dal 2000.) è artista visiva, attivista e mediatrice culturale e Segretario Culturale del IILA, Istituto Italo-Latinoamericano. Membro del gruppo di ricerca della FLACSO (Facultad Latinoamericana de Ciencias Sociales_ Ecuador - sulle bande giovanili di strada) e del Parlamento Culturale Mediterraneo, Lovedifference - Michelangelo Pistoletto. Ha fatto parte del progetto Lettere di Donne (Cartas de Mujeres) UN Women, Quito, come coordinatrice artistica e documentaristica, e del Progetto Sarsan, partecipazione attraverso l'arte con bambini e ragazzi Rom, a Roma. I soggetti del suo lavoro artistico trattano della mobilità umana in contesti migratori, dei territori e frontiere e della produzione artistica partecipativa assieme a organizzazioni di base. Ha rappresentato l’Ecuador alla 54ma Biennale d’Arte di Venezia, 2011.

Alessandra Sannella è Professore aggregato di Sociologia presso l’Università di Cassino. È altresì docente di ‘Sociologia’ (in convenzione) presso la Facoltà di Medicina e Farmacia, presso l’Università ‘Sapienza’ di Roma. I suoi interessi scientifici riguardano prevalentemente le migrazioni internazionali, la salute e le policy di global health. Un’attenzione specifica, negli ultimi anni, è stata rivolta al fenomeno delle violenze. È autrice di diverse monografie e di numerosi articoli scientifici su riviste nazionali e internazionali.