Disegno ergo progetto

Roma - 15/03/2018 : 06/05/2018

Il disegno di architettura come processo mentale e spaziale, prima ancora che architettonico.

Informazioni

  • Luogo: MAXXI - MUSEO DELLE ARTI DEL XXI SECOLO
  • Indirizzo: Via Guido Reni 4a - Roma - Lazio
  • Quando: dal 15/03/2018 - al 06/05/2018
  • Vernissage: 15/03/2018 su invito
  • Generi: architettura
  • Orari: DAL MARTEDÌ AL VENERDÌ 11.00-19.00 SABATO 11.00-22.00 DOMENICA 11.00-19.00 La biglietteria chiude un’ora prima del museo. CHIUSURE Tutti i lunedì, il 1 maggio e il 25 dicembre La Sala Claudia Gian Ferrari è chiusa per allestimento
  • Biglietti: Intero € 12 Acquista online Ridotto € 8 per tutti i minori di 30 anni; per gruppi a partire da 15 persone e categorie convenzionate; giornalisti iscritti all’albo con tessera di riconoscimento valida; tesserati FAI – Fondo Ambiente Italiano; possessori Bibliocard – Biblioteche di Roma; possessori biglietto d’ingresso Museo Ebraico di Roma; dipendenti Enel e un accompagnatore, dietro presentazione del badge aziendale e di un documento di riconoscimento valido; dipendenti BNL e Gruppo BNP Paribas, previa presentazione del badge aziendale e di un documento di riconoscimento valido; iscritti Consiglio Nazionale degli Architetti, previa presentazione del tesserino; possessori della tessera socio Pro Loco; per tutti i componenti di famiglie composte da due adulti e almeno un figlio (gratuito per gli under 14). Ridotto € 4 a studente (oltre i 14 anni) per gruppi classe (scuole secondarie di secondo grado) che acquistano le attività educative del MAXXI. 48 ore € 15 valido per due ingressi in due giorni consecutivi.

Comunicato stampa

In che modo il segno/disegno costituisce l’alfabeto della costruzione architettonica?

Nell’ottica di una nuova riscoperta del significato del disegnare come gesto manuale e legame diretto tra mente, cuore e corpo, il MAXXI propone una selezione di opere dalle Collezioni di Architettura e dai nuovi fondi acquisiti, per affrontare il tema del disegno di architettura come processo mentale e spaziale, prima ancora che architettonico



A partire dalla visione offerta ne La Città Analoga di Aldo Rossi, in cui tutti gli elementi della città e della sua raffigurazione sembrano presenti, dalla composizione per parti alla sovrapposizione di tracciati, dalla rievocazione della storia alla sintesi dell’archetipo, una serie di disegni di architettura testimoniano come l’architetto arriva al progetto tramite lo strumento del disegno.