Dimitris Chiotopoulos – Alogo

Firenze - 25/10/2014 : 18/11/2014

Intitolata Alogo e curata da Giuliano Serafini, noto specialista di arte greca moderna e contemporanea, la mostra si ispira a uno dei periodi facenti parte di un vasto progetto d’arte che l’artista ha definito “Total Art”.

Informazioni

Comunicato stampa

Firenze - Dal 25 ottobre al 18 novembre si terrà a La Corte Arte Contemporanea di Rosanna Tempestini Frizzi la mostra personale di Dimitris Chiotopoulos.

Intitolata Alogo e curata da Giuliano Serafini, noto specialista di arte greca moderna e contemporanea, la mostra si ispira a uno dei periodi facenti parte di un vasto progetto d’arte che l’artista ha definito “Total Art”. Si tratta di dieci pannelli dove viene ripetuta, in varianti cromatiche, la stessa icona: due cavalli affrontati e rampanti. Attraverso l’estrema rarefazione dell’immagine, Chiotopoulos elabora una sorta di motivo araldico che rimanda al valore archetipico dell’immagine stessa

Mito e storia sembrano condensarsi in un segno luminoso ai limiti della riconoscibilità, là dove entra in azione il significato originario della parola nella lingua greca.
Scrive in proposito Serafini: “[…] Dall’etimo della parola l’artista ha estratto e “traslitterato” l’etimo dell’icona, operando un vero e proprio transfert dal contesto comunicativo verbale a quello plastico […]”
E ancora: ” […] Ma questo passaggio non poteva avvenire attraverso un’espressione descrittiva, naturalistica, mediante insomma una forma compiuta. Chiotopoulos doveva risalire piuttosto al senso originario del soggetto, alla sua identità primaria, così come viene evocata e attestata dalla parola relativa. Dunque non si trattava di andare alla ricerca di una vera immagine, ma di un morfema, di un’intuizione subliminale. Occorreva cioè mettere in scena un’ aura, un’energia, una folgorazione pronta a dissolversi, intercettare la visione alla sua scaturigine: perché da quel flash emanasse l’essenza “spirituale” del cavallo, la sua anima […]”

Spazio espositivo di tendenza tra i più attivi a Firenze e in Italia, La Corte Arte Contemporanea collabora per questo evento con Ersi Gallery di Atene.
Catalogo bilingue in galleria.