Diego Palasgo – Visioni polimateriche

Dizzasco - 10/11/2012 : 25/11/2012

Mostra personale dedicate alle opere pittoriche e polimateriche dell'artista veneto Diego Palasgo

Informazioni

  • Luogo: SPAZIO INTELVI 11
  • Indirizzo: Via Valle Intelvi, 11 località Muronico - Dizzasco - Lombardia
  • Quando: dal 10/11/2012 - al 25/11/2012
  • Vernissage: 10/11/2012 ore 17
  • Autori: Diego Palasgo
  • Generi: arte contemporanea, personale

Comunicato stampa

Lo Spazio Intelvi 11, in collaborazione con la Galleria Emmediarte di Milano e S. Stefano Belbo, propone una selezione significativa di opere del noto artista veneto Diego Palasgo.
Palasgo a partire dagli anni '90 si è imposto all'attenzione della critica per una capacità di coniugare in forma personalissima il figurativo con il polimaterico, imprimemendo alle proprie visioni (di una contemporaneità dal sapore antico) un tratto assolutamente distintivo sintetizzato da una sorta di magico reticolato scolpito sulla tela che rende queste opere inconfondibili




Le opere esposte sono rielaborazioni visive del vissuto dell'artista nella terra di origine in cui uno squarcio di città o di paesaggio emerge da un fondale che riepiloga le suggestioni dell'ambiente circorstante con lo spessore non solo materico ma soprattutto emozionale di chi partecipa in prima persona alle vicende del proprio tempo.
Una trasfigurazione insomma della propria realtà che attinge ad un meditato ripensamento del passato.


Come scrive anche Luigi Marsiglia: "Un pittore che ha intrapreso un percorso irto di difficoltà, un percorso complesso e mutevole coraggioso, che riesce a porsi in discussione criticamente e a coinvolgersi - coinvolgendo l'astante dinanzi al quadro esposto - nella ricerca della propria identita' artistica, approdando in diverse opere pregevoli a un risultato non effimero, a una sponda di trasbordo verso - pensiamo - un informale di maniera si' ma anche - e soprattutto - di essenza e di recupero visivo delle immagini vissute.
Cattedrali levantine e vaghi panorami di brughiera e fluviali che, quando non aggalla l'aspetto lezioso, puramente e blandamente lineare, si innalzano a simboli della nostalgia per il volto umano o a forme d'innamoramento per la materia. Perche' Palasgo è autore materico che mostra la sorprendente capacita' di penetrare il soggetto/oggetto dipinto - spesso paesaggi come spiegavamo prima - dove prevale e s'impone l'assenza della presenza umana."


Nota Biografica.
Diego Palasgo nasce a Noale (Venezia) nel 1954 ed inizia a dipingere nel 1977.
Per molti anni partecipa a concorsi e collettive d'arte esibendosi in numerose extempore. Negli anni '90 sperimenta la pittura polimaterica fino ad ottenere un sapiente equilibrio di forme e colori, segni e materie. Intensifica la sua partecipazione a più significative mostre personali.
Vincitore di numerosi concorsi nazionali ottiene i riconoscimenti della critica e della stampa specializzata, tra cui
- 1992 - Viene premiato con la medaglia d'argento dal Presidente della Repubblica On. O. Luigi Scalfaro al concorso internazionale, citta' di Legnago VR
- 1995 - Un'opera entra a far parte della collezione della Galleria Civica Citta' di Moncalieri (To).
- 1995 - Premio artistico della Giunta Regionale del Veneto e della Provincia di Venezia..
- 1998 - Viene premiato con la medaglia di bronzo dal Sommo Pontefice S.S. Papa Giovanni II alla Biennale d'arte, S.Maria di Sala VE.
- 2002 - Realizza un'opera per il Museo dell'Automobile Carlo Biscaretti di Ruffia - Torino.
- 2004 - Con l'alto patrocinio della Repubblica Italiana, Comunita' Europea, Regione Veneto, Universita' degli Studi di Venezia, Centro Internazionale Studi di Economia Turistica, Provincia di Venezia, Assessorato al Turismo, G.A.L. Venezia Orientale, realizza l'opera destinata alla promozione del Parco Archeologico diffuso per la valorizzazione e la tutela della "Via Annia".
- 2005 - Viene premiato con la Medaglia d'Argento dal Presidente della Repubblica On. Carlo Azeglio Ciampi alla Biennale d'Arte, Citta' di Osio BG.
- 2005 - Realizza l'opera "Abitare l'Acqua", progetto dell'Ente Parco Regione Fiume Sile, per la salvaguardia dell'ambiente acquatico, con il patrocinio della Repubblica Italiana, Comunita' Europea, Regione Veneto, Provincia di Venezia, Padova, Treviso, G.A.L. Veneto Orientale.
- 2005 - Ottiene l'incarico di realizzare le opere del "Premio Altino", destinate a persone che si sono distinte nell'anno per la loro attivita': culturale, sportiva, professionale.
- 2006 - Un opera entra a far parte dell a Collezione permanente del Museo dell'Unita' d'Italia Citta' di Teano (Ce).
- 2008 - Presente nel Museo Judetean Gorj Città di Targu Jiu (Romania)
- 2011 - Archivio Monografico Dell'Arte Italiana
Catalogo Dell'Arte Moderna,Editoriale Giorgio Mondadori
Archivio Palazzo Bandera, Busto Arsizio
Museo Magma, Caserta
Elite Shopping Tv ,Milano