Davide Saba – C4H10

Bologna - 25/01/2014 : 25/01/2014

C4H10. Una formula - quella del butano - che non è solo chimica, ammesso che l'arte non sia essa stessa una questione chimica. Le tavole presentano delle forme che scompaiono o emergono da un fondo attraversabile e lattiginoso.

Informazioni

  • Luogo: CAFFE' RUBIK
  • Indirizzo: Via Marsala 31/d - Bologna - Emilia-Romagna
  • Quando: dal 25/01/2014 - al 25/01/2014
  • Vernissage: 25/01/2014 ore 18
  • Autori: Davide Saba
  • Generi: arte contemporanea, serata – evento, personale

Comunicato stampa

C4H10. Una formula - quella del butano - che non è solo chimica, ammesso che l'arte non sia essa stessa una questione chimica. Le tavole presentano delle forme che scompaiono o emergono da un fondo attraversabile e lattiginoso. L’occhio crede di riconoscere in questi resti la struttura anatomica di un organismo, di un essere antichissimo, ma basta uno sguardo più approfondito per capire che l’evoluzione di queste creature non è lineare, non consente una visione chiara, unidirezionale della progressione storica: qualcosa sfugge

Le sfumature vicino alla colonna vertebrale, i tratti infuocati, lo scheletro che da regolare assume conformazioni inconsuete, vibranti, ci parlano di una storia incerta, forse non ancora scritta. L’esistenza che traspare da queste tavole non è immediatamente comprensibile: nulla ci dice che questi esseri non siano ancora vivi e che non si stiano muovendo, che non stiano parlando a noi di noi stessi. Forse siamo legati a tali creature silenziose e in fiamme: le tavole sono un tentativo per carpire qualcosa da queste forme prima che, in un attimo, nuotino o volino via. (Chiara Ioli)