Davide Mancini Zanchi – Mira il mare má lë

Pesaro - 10/07/2021 : 03/10/2021

Mira il mare má lë - che nasce da un mix giocoso di spagnolo, italiano e dialetto urbinate, traducibile con “guarda il mare lì” - è il titolo della prima personale di Davide Mancini Zanchi in un'istituzione pubblica.

Informazioni

Comunicato stampa

Mira il mare má lë - che nasce da un mix giocoso di spagnolo, italiano e dialetto urbinate, traducibile con “guarda il mare lì” - è il titolo della prima personale di Davide Mancini Zanchi in un'istituzione pubblica. Un progetto site specific realizzato per il Centro Arti Visive Pescheria, a cura di Marcello Smarrelli, frutto di un lavoro concepito dall’artista durante la pandemia e realizzato con l’obiettivo di creare un dialogo con l’architettura dei due spazi che lo caratterizzano: il Loggiato, sede dell’antico mercato del pesce, e la chiesa del Suffragio



Davide Mancini Zanchi realizza oggetti e scenari dove i media tradizionali dell’arte scambiano ruoli e funzioni con elementi comuni tratti dalla vita quotidiana. Coloratissime, ludiche e divertenti, spesso le sue opere contengono ossessioni e aspetti ostili della cultura concettuale e della creatività.

Davide Mancini Zanchi, l’artista che mescola pittura e videogiochi

Merita attenzione la ricerca di Davide Mancini Zanchi, classe 1986, in mostra al Centro Arti Visive Pescheria di Pesaro con una serie di opere che guardano alla pittura, ai videogiochi e alla Street Art.