Davanti a un fiume in piena #5

Torino - 16/02/2014 : 16/02/2014

La giornata sarà scandita da momenti dedicati agli artisti in programma.

Informazioni

Comunicato stampa

Bandire la parola “crisi” per dare spazio ad un fluido ed appassionato confronto sull’arte. E’ questo il proposito dei fannidada, coppia di artisti torinesi che, nel loro studio di piazza Carducci 130, domenica 16 febbraio dalle 10 alle 18 ripropongono “Davanti a un fiume in piena”. Durante la giornata gli artisti Maura Banfo, Ennio Bertrand, Tony D'Agruma, Gerry Di Fonzo, Valerio Manghi, Fabio Mendolicchio, Rachele Casarotto insieme a Elisa Diaz, Stefania Luberti, Alessandra Lappano e Elvira Sanchez, faranno conoscere il loro lavoro condividendo il loro percorso con il pubblico

La giornata è aperta a tutti e la partecipazione è libera. Tra le 13 e le 14, il pranzo sarà un momento di condivisione conviviale con i piatti preparati dai partecipanti.

I fannidada, ovvero Fanni Iseppon e Davide Giaccone, da circa dieci anni sviluppano una ricerca che si esprime attraverso la fotografia, il video e le videoinstallazioni. Partecipano al programma formativo del PAV (Parco Arte Vivente) e hanno esposto le loro opere in numerose manifestazioni in Italia e all’estero. “Davanti a un fiume in piena” è un esperimento partito nella primavera 2013. Il senso è racchiuso nel titolo stesso, come spiegano: “Abbiamo visto questa frase su una foto pubblicata su un vecchio almanacco Bompiani. Ci è sembrata appropriata a rappresentare la condizione di potenzialità dell’artista a cui vorremmo dare spazio e luce attraverso il confronto non solo tra gli addetti ai lavori ma anche con un contatto diretto con fruitori e appassionati”.

Come negli appuntamenti precedenti, anche domenica 16 febbraio la giornata sarà scandita da momenti dedicati agli artisti in programma. Il primo incontro/confronto avrà come protagonista Ennio Bertrand, artista torinese che lavora impiegando immagini e tecnologie digitali. Cofondatore, tra l’altro, di Arslab, Arte Scienza e Nuovi Media nel 1996, presenterà il suo percorso partendo dalla sua ultima installazione di piante poesie e aromi; la seconda parte della mattina sarà dedicata al lavoro di Valerio Manghi, artista emergente diplomato in fotografia all’Istituto Europeo di Design.

Dopo la pausa conviviale il confronto riprenderà con le foto e i video ma anche le sculture e installazioni di Maura Banfo; Tony D'Agruma, performer presenterà il video "Mi rendo conto" nell'ambito del progetto "Voyeur of myself - 2.0 La stanza della verità"; Rachele Casarotto, videoartista presenterà il progetto "Le quattro bambine" insieme a Elisa Diaz, Stefania Luberti e Alessandra Lappano. Ci sarà anche Gerry Di Fonzo, fotografo, stampatore, gallerista, artista. Da molti anni è punto di riferimento per il mondo della fotografia nel suo laboratorio di via Bologna a Torino dove si incontrano molteplici esperienze artistiche.

nella mattinata a partire dalle ore 11 presenteranno il loro lavoro:

Ennio Bertrand, con un'installazione per telefoni vintage affettivi dal titolo "Sarcofoni", con testi e voce di Ivan Fassio

Tony D'Agruma con il video "Mi rendo conto" che sarà parte della seconda tappa "La stanza della verità" del Progetto Voyeur of myself

e Fabio Mendolicchio presenterà il suo libro
"SiamoTuttiAllenatori"
edito da CantaCarta Editore

nel pomeriggio a partire dalle ore 15 ci saranno:

Rachele Casarotto insieme a Elisa Diaz, Stefania Luberti, Alessandra Lappano, Elvira Sanchez, presenteranno il progetto "Le quattro bambine"


Valerio Manghi esporrà il progetto
Sit on the side of a globe


Maura Banfo con il video "Round Trip"


e per chiudere in bellezza: Gerry Di Fonzo...che sarà tutta una sorpresa!