Dario Costa – Calma e gesso

Sassari - 21/07/2015 : 19/09/2015

Il biliardo è un gioco che condivide con pochi altri lo status di metafora, la capacità di rappresentare, riassumere o evocare l'essenza stessa dell'esistenza.

Informazioni

  • Luogo: WILSON PROJECT SPACE
  • Indirizzo: Via Antonio Scano 9/B 07100 - Sassari - Sardegna
  • Quando: dal 21/07/2015 - al 19/09/2015
  • Vernissage: 21/07/2015 ore 19
  • Autori: Dario Costa
  • Generi: arte contemporanea, personale

Comunicato stampa

Il biliardo è un gioco che condivide con pochi altri lo status di metafora, la capacità di rappresentare, riassumere o evocare l'essenza stessa dell'esistenza.
Col viso intenso di Paul Newman o la faccia intontita di un bifolco da bettola (che poi può pure essere la nostra, di faccia, mentre ci diamo un tono da spacconi impugnando - male - la stecca) il giocatore di biliardo persegue obiettivi minimi, aleatori ed effimeri con la concentrazione e la pervicacia delle grandi imprese. Insomma, in due parole, la vita


"Calma e gesso" è l'invito ai giocatori a valutare, non agire impulsivamente, soppesare le proprie decisioni: un'espressione idiomatica entrata nel caotico regno del linguaggio comune. Se hai perso le staffe non sei a cavallo, se pensi di gettare la spugna non ti hanno pestato sul ring, se hai messo le carte in tavola magari non stavi giocando a poker.
Dario Costa ricuce i fili semantici del discorso: coi cubetti usati per ingessare la punta delle stecche e un lavoro delicatissimo e paziente riporta la superficie curva delle palle da biliardo su quella piana e bidimensionale della tela.
Vi traccia poi, lievissimi, i segni che la stecca, colpo dopo colpo, incide ineluttabile sulle sfere di bakelite. Il risultato sono monocromi da guardare con la lente, vellutati e evanescenti, in cui variazioni minime innescano riflessioni sulla vita stupide e profonde come ogni discussione da bar.

Dario Costa (Sassari, 1977) vive e lavora a Sassari.