Damiano Dargenio – Best seller

Milano - 12/04/2017 : 25/04/2017

La retrospettiva di Damiano Dargenio racchiude dieci anni di un lungo percorso di fotografia ad altissimo livello. “Best seller” dunque è un progetto dettagliato che racconta la vita di ogni personaggio rifranto, secondo la personalissima e indubbiamente originale creatività dell'artista, ma non è solo questo, è una sorta di “romanzo” creato da immagini, il “best seller” di ognuno di noi, di ognuno di voi..

Informazioni

  • Luogo: STATUTO 13
  • Indirizzo: Via Statuto 13 - Milano - Lombardia
  • Quando: dal 12/04/2017 - al 25/04/2017
  • Vernissage: 12/04/2017 ore 18,30
  • Autori: Damiano Dargenio
  • Curatori: Massimiliano Bisazza
  • Generi: fotografia, personale
  • Orari: : dalle h 11 alle h 19 dal martedì al sabato

Comunicato stampa

La retrospettiva di Damiano Dargenio racchiude dieci anni di un lungo percorso di fotografia ad altissimo livello. “Best seller” dunque è un progetto dettagliato che racconta la vita di ogni personaggio rifranto, secondo la personalissima e indubbiamente originale creatività dell'artista, ma non è solo questo, è una sorta di “romanzo” creato da immagini, il “best seller” di ognuno di noi, di ognuno di voi..

Ritratti che vanno al di là del concetto stereotipato o troppo comune nelle arti visive, sono presenti sulle pareti della galleria STATUTO13 nel cuore di Brera

Ma ognuno di questi è il risultato di differenti capitoli della produzione artistica di Damiano Dargenio che, in modo silente ma molto presente energeticamente, ci prende per mano; ci conduce nel suo mondo, anzi nei suoi mondi onirici e ci lascia la mano al fine di ritrovare un rettangolo di verità collegabile al nostro vissuto individuale. Ci permette inoltre di divagare in ambientazioni onirico-surreali, sperimentali, fashion o ipertecnologiche.

Ecco personaggi femminili che mostrano le loro nudità artistiche ma nascondono i loro volti, dunque la loro anima. In contrapposizione sono esposte anche fotografie che hanno una chiara ambientazione “fashion” dove linee oblique si stagliano come direttrici che viaggiano veloci fuori dall'opera, mentre in basso un personaggio cammina a testa alta e frontale, con il tipico portamento della modella sul “catwalk”. E poi...ancora ritratti, più piccoli e frastagliati come fossero satelliti sulla parete, mostrano una donna con cappello e sigaro alla maniera di una “gangster” della Chicago degli anni '20. Infine si giunge in un'area appartata dove la sensazione di essere accolti in un clima totalmente diverso è palese. Un luogo futuristico, alla “Blade runner” ; dove i ritratti sono veri e propri “Cyberpunk portraits”.



Molte sono dunque le sorprese racchiuse in questo fantastico itinerario che l'artista Dargenio ci concede generosamente, dove le luci fanno da “padrone” e gli equilibri compositivi ne sono la matrice.