Dalla Forma all’Astrazione

Chianciano Terme - 29/09/2014 : 05/10/2014

All'interno del progetto Pass Key Art Festival, che coinvolge anche altri comuni della Valdichiana senese come Montepulciano, Sarteano e San Casciano dei Bagni , Chianciano Terme apre le sue porte all'arte contemporanea, con importanti nomi del panorama artistico italiano.

Informazioni

  • Luogo: VILLA SIMONESCHI
  • Indirizzo: Via Dante 37 - Chianciano Terme - Toscana
  • Quando: dal 29/09/2014 - al 05/10/2014
  • Vernissage: 29/09/2014 ore 16,30
  • Generi: arte contemporanea, serata – evento
  • Email: linda.coppi@gmail.com

Comunicato stampa

La Valdichiana Senese accoglie l’autunno con un festival dedicato all’arte contemporanea in ogni sua forma. A fare da sfondo a pitture e sculture moderne i borghi storici della Valdichiana, che ospiteranno nelle loro piazze e all’interno delle antiche cantine storiche e dei nobili palazzi ,mostre di Maestri storici e di giovani artisti emergenti under 35. All'interno del progetto Pass Key Art Festival, che coinvolge anche altri comuni della Valdichiana senese come Montepulciano, Sarteano e San Casciano dei Bagni , Chianciano Terme apre le sue porte all'arte contemporanea, con importanti nomi del panorama artistico italiano



Le opere di Massimo Vinattieri, Fulvio Ticciati, Roberto Fantini, Enrico Fait, Adriano Cipolletti, Marco Lodola, Massimo Sonnini, Cinzia Verni e molti altri potranno essere ammirate nella città termale di Chianciano dal prossimo 29 settembre data di inaugurazione del festival PassKey, creato in collaborazione con la Strada del vino Nobile di Montepulciano.
Una città in fermento con importanti collaborazioni tra associazioni e galleristi del territorio, una città piena di iniziative dove le piazze, le vie e i palazzi storici faranno da sfondo a sculture e pitture moderne e dove si riapriranno le porte dell’ottocentesca Villa Simoneschi con la mostra “ Dalla forma all’astrazione “ : con le opere dei maestri Ticciati e Vinattieri, dove il percorso della mostra sottolinea la ricerca dell’astrazione attraverso un processo di sintesi nato da una originaria e forte padronanza della raffigurazione classica. Durante la settimana del Festival quattro allievi dell’ Accademia di Belle Arti di Ljubljana lavoreranno insieme in un Laboratorio che prevede la realizzazione di grandi tele dipinte che nelle giornate conclusive della Manifestazione saranno collocate ai lati dell’imponente Porta Rivellini, ingresso alla città vecchia a simboleggiare la totale fusione tra antico e moderno oltre all’ apertura verso nuove forme d’arte. Sempre ad opera degli allievi dell’Accademia slovena si potranno ammirare in mostra molte loro opere all’interno della sala dedicata all’Architetto De Vegni e situata nel Centro storico. Un percorso espositivo a dimostrazione della loro personale ricerca artistica. Un interessante sguardo internazionale sulle nuove proposte che saranno contrapposte per location ai grandi maestri posti all’interno del Museo della Collegiata, che nel periodo del festival effettuerà aperture pomeridiane straordinarie. Artisti e artigiani locali con le loro creazioni artistiche impreziosiranno le vie e i negozi del centro storico , oltre a mettere in scena mostre di pittura e di fotografia, mentre il Museo Civico Archeologico prorogherà per l’occasione la mostra “Petala Aurea”, una mostra di lamine di ambito bizantino e longobardo dalla Collezione Rovati . I negozi dislocati nella zona di Sant’Elena , il complesso commerciale di Mezzo Miglio, di Piazza Italia e della Rinascente ospiteranno le mostre itineranti “ Opere in Vetrina” dei maestri Fait, Lodola, Fantini e Sonnini, gentilmente concessi dalla galleria ‘La Cantina dei Pittori’ e dall’artista Ilenia Massai. Un tocco di colore sarà dato a Piazza Italia dall’istallazioni di ’Urban Knitting: la Natura Rosa’. Nomi importanti del panorama dell’arte contemporanea, faranno da cornice alle vetrine , mentre unico sarà il fragore di molti altri importanti artisti, come Cipolletti, che hanno scelto sempre la zona di Piazza Italia per la collettiva ‘’Artisti in strada’’per mescolare le loro opere tra la gente.
All’interno dell’Art Museum si potranno ammirare più di cento capolavori provenienti da importanti collezioni a livello mondiale. Dalla famiglia Reale inglese, alla famiglia Savoia sino alla casa reale Belga nella mostra “Grandi Famiglie , grandi collezioni “. Ma nei 3000 mq di esposizione potranno essere ammirate anche le altre sezioni In mostra dedicate a : ‘’L’incisione dal 1500 al 1900: Dürer, Piranesi, Goya, Rembrandt, Rosa, Delacroix’’ – ‘’Arte Contemporanea: Da Schifano, Dalì, Turner a Louden’’ – ‘’La ritrattistica di corte: la duchessa di Leeds e le sue opere’’ – ‘’Arte Asiatica: le grandi dinastie cinesi’’. Per creare un rapporto diretto tra città e mondo espositivo la Galleria dell’Hotel Cristallo lungo viale della Libertà all’altezza di Piazza Italia, ospiterà la mostra degli abiti da sposa delle signore Chiancianesi. Un percorso che parte dai primi del ‘900 per arrivare ad illustrare la moda sino al 1985 e concludere con un omaggio tra vecchio e nuovo con l’installazione dell’artista Cinzia Verni.
Ma il mondo dell'arte è vario e non potevano mancare gli omaggi alla danza e alla musica unite insieme nello spettacolo 'Aria : il suono è la vibrazione di particelle d'aria...”. dove Alessio Benvenuti, violinista, pianista e direttore d’orchestra e Francesca del Toro, ballerina contemporanea creeranno all’interno del Salone progettato dall’architetto Nervi lo scorso secolo, uno spettacolo elegante e dalla forte valenza spirituale. L’alta professionalità dei due Artisti è ad oggi ricambiata dall’ampio consenso di pubblico che in ogni loro performance li accompagna e per il coinvolgimento dello spettatore. Una città dove tutto è immaginato per creare una settimana dedicata all'arte in armonia con i palazzi che ne faranno da cornice valorizzando il proprio patrimonio artistico arricchendolo attraverso proposte culturali che abbracciano la pittura, la scultura, la fotografia e la danza , un’anteprima che potrà sbocciare poi nella più grande Biennale d’Arte del 2015.
La Toscana è anche luogo di tradizioni e buoni sapori, così il festival sarà accompagnato da punti di degustazione di prodotti tipici lungo il percorso.