Dai banchi di scuola ai muri della galleria d’arte

Torino - 23/10/2014 : 23/10/2014

Un’asta e una mostra dei disegni preparatori dei giovani studenti del laboratorio di “Graffitismo e Street art” della Scuola Media di San Mauro Torinese

Informazioni

Comunicato stampa

Square23 apre le porte della galleria agli studenti del laboratorio di “Graffitismo e Street art” attivato negli anni scolastici 2012/2013 e 2013/2014 dalla Scuola media Carlo Alberto Dalla Chiesa di San Mauro Torinese, ora Istituto Comprensivo 2.
La didattica esce dalle aule per trovare in galleria una prima immediata applicazione di quanto insegnato tra i banchi di scuola.
La mostra, seguita da un’asta, raccoglie una selezione dei disegni preparatori di eventuali opere concepite dai singoli autori per essere realizzate direttamente su muro

Oltre a costituire degli oggetti artistici interessanti in grado di ben rappresentare la capacità cromatica, creativa e compositiva dei giovani artisti, dimostrano anche il percorso professionale e di impegno che ciascuno di loro ha conseguito. Il laboratorio sperimentale pomeridiano, tenuto dalla prof.ssa Marcella Tisi, con la consulenza di un writer di professione, Alessandro Capra, è stato attivato grazie alla determinazione dell’allora Dirigente Scolastico, prof.ssa Francesca Mura, che ha trovato disponibilità e collaborazione nel Comune di San Mauro.
Ad affiancare i disegni, i lavori del docente-writer del laboratorio e del suo giovane allievo, ormai writer di professione a tutti gli effetti, Lorenzo Bellino, insieme alla responsabile del laboratorio.

Le opere saranno esposte da Square23 fino al 3 novembre. Giovedì 23 ottobre le opere saranno battute all’asta per sostenere economicamente il laboratorio. Visti i risultati, infatti, e gli obiettivi raggiunti, la nuova preside dell’Istituto Comprensivo 2, prof.ssa Luisa Dal Paos, ha fatto proprio il progetto e sta valutando come trovare le risorse e le energie per consolidarlo e dargli continuità.
Il laboratorio ha un obiettivo educativo dalla doppia valenza: da un lato aiuta a sensibilizzare maggiormente i ragazzi nei confronti dell’ambiente in cui vivono, dall’altro li tiene distanti dal mondo virtuale e li porta a misurarsi con i problemi reali che qualsiasi lavoro manuale comporta. Dal punto di vista didattico, fornendo le basi sia teoriche e sia pratiche della tecnica artistica di pittura con le bombolette spray, ha educato all’uso corretto e controllato delle stesse, segnando una netta differenza con il vandalismo. Per quanto riguarda, infine, l’aspetto estetico/ambientale, l’immagine dell’edificio scolastico è cambiata grazie a una serie di murales realizzati dai ragazzi nei due anni di laboratorio su alcuni prospetti esterni della scuola, nella convinzione che se l’ambiente è piacevole e soprattutto curato dai ragazzi stessi, è più accattivante andare a scuola e considerarla propria.

Gli allievi/artisti in mostra: Sara Busato, Stella Caglieri, Alessio Cifarelli, Morris Edoardo Clarke, Alessandro De Caro, Eleonora Ferrera, Melissa Greco, Luca Guarino, Francesca Mollica, Ilaria Salmin, Sara Spoto, Daniela Talarico.
Con la partecipazione di: Alessandro Capra (CIZ1), Lorenzo Bellino (MAZI), Marcella Tisi (BLIZone).