Dafne – +39 3342928559

Milano - 31/03/2022 : 19/04/2022

Inaugura la seconda stagione espositiva di MASSIMO la mostra +39 334 2928559, prima personale di Dafne, progetto artistico multidisciplinare nato nel 2019 dall’incontro tra Filippo De Marchi, William Merante e Giovanni Riggio.

Informazioni

  • Luogo: MASSIMO
  • Indirizzo: Via Degli Scipioni 7, 20129 - Milano - Lombardia
  • Quando: dal 31/03/2022 - al 19/04/2022
  • Vernissage: 31/03/2022 ore 18
  • Autori: Dafne
  • Generi: arte contemporanea, personale

Comunicato stampa

Inaugura la seconda stagione espositiva di MASSIMO la mostra +39 334 2928559, prima personale di Dafne, progetto artistico multidisciplinare nato nel 2019 dall’incontro tra Filippo De Marchi, William Merante e Giovanni Riggio. Dopo il primo progetto musicale
Loser With A Strategy, pubblicato nel corso del 2021, Dafne presenta ora per l’occasione gli
ultimi esiti dei processi di ricerca del gruppo.

L’esposizione questiona la forma consueta dello spazio espositivo trasfigurandone l’assetto.
Varcata la soglia, il grigio delle pareti permea la stanza amalgamandosi col pavimento e ricoprendo lo spazio fino agli angoli più remoti del soffitto

Qui, l’osservatore perde ogni riferimento dimensionale in favore di un’esperienza che tende all’astratto e lo introduce a un universo onirico cerebrale di simboli, cifre e figure che si alternano a forme e volumi. Sei opere inedite, tra cui un dipinto e diversi elementi scultorei, sono disposte lungo la stanza, richiamando all'attenzione dello spettatore soggetti dai riferimenti artistici molteplici, provenienti dalla storia dell'arte e del design.

La mostra si articola attorno all’idea di telefonata, alludendo a una conversazione tra
interlocutori sconosciuti. Il pensiero telefonico ha aperto alcune finestre di approfondimento su figure come il triangolo e la triangolazione, le superfici dei solidi di rotazione come il cono e il cilindro, la clessidra e i punti di convergenza, il vortice, l’ombra, la fusione, la proiezione, il numero e la sezione.

Nell’i-n-t-e-r-m-i-t-t-e-n-z-a di un’attesa, nel rimbalzo continuo tra ripetitori, antenne e satelliti, Dafne presenta una raccolta di progetti/ oggetti/ idee in cui le informazioni vanno a curvarsi, irradiarsi, frammentarsi e ricomporsi.