DAE – Dobiarteventi 2015

Staranzano - 20/08/2015 : 26/08/2015

Quattordici anni di avanguardia e ricerca. DAE – Dobiarteventi ha portato negli anni a Dobialab, a Staranzano, piccolo centro in provincia di Gorizia, una miriade di performer, musicisti, artisti multimediali, curatori e registi.

Informazioni

  • Luogo: LABORATORI CREATIVI DOBIALAB
  • Indirizzo: Via Vittorio Veneto 32 - Staranzano - Friuli-Venezia Giulia
  • Quando: dal 20/08/2015 - al 26/08/2015
  • Vernissage: 20/08/2015 ore 21
  • Generi: performance – happening, serata – evento, musica, new media
  • Biglietti: ingresso libero

Comunicato stampa

Quattordici anni di avanguardia e ricerca. DAE – Dobiarteventi ha portato negli anni a Dobialab, a Staranzano, piccolo centro in provincia di Gorizia, una miriade di performer, musicisti, artisti multimediali, curatori e registi. Per una settimana Dobialab si riempie di persone che arrivano da tutto il mondo per mostrare al pubblico i propri lavori, sperimentazioni e progetti. E se da principio l’appuntamento radunava pubblico dalla sola Friuli Venezia Giulia, col tempo la fama delle serate di Dobiarteventi ha valicato i confini regionali e nazionali, diventando per molti una tappa irrinunciabile della propria estate


Con il sostegno del Comune di Staranzano e del Forum Giovani per le serate del ciclo Cinexperimental promosso dalla Provincia di Gorizia che promuove gli autori del Friuli Venezia Giulia, dal 20 al 26 agosto il programma di DAE proporrà anche quest’anno serate con vari generi musicali, installazioni, mostre d’arte, proiezioni, performance multimediali e incontri.
Gli spazi interni ed esterni che verranno utilizzati sono quelli di Dobialab, centro che durante tutto l’anno ospita eventi ed incontri, oltre a numerosi artisti che usufruiscono delle sale attrezzate per il proprio esercizio o lavoro.
Molti gli appuntamenti in programma e di diversisissima natura come Scratching! (20 agosto) a cura di Paola Bristot che presenta una selezione di film animati di recente produzione disegnati su pellicola da parte di autori provenienti da più paesi europei, o 10ve (21 agosto), una performance interattiva del duo bulgaro-austriaco Antony Rajekov e Katharina Köller che utilizzano uno strumento autocostruito per trasformare i segnali biologici in segnali audio/video, oppure ancora Il Regno Del Deserto (22 agosto), documentario di Ferruccio Goia del 2015 che ci porta tra i tumulti dei villaggi della Nigeria dove l’erede al trono rinuncia al trono per motivi religiosi.
Martedì 25 agosto Dobialab celebra invece il compleanno di Trieste Contemporanea che festeggia 20 anni nel 2015. Per l’occasione Giuliana Carbi Jesurun anticiperà il calendario delle prossime iniziative programmate e racconterà il lavoro e le attività dell’organismo culturale che si occupa di arte contemporanea, curatela e design dell’Europa centro-orientale. Mercoledì 26 sarà invece l’occasione di un altra celebrazione: in occasione dei 50 anni del contrabbassista e amico di lunga data Giovanni Maier Dobiarteventi ospita alcune delle formazioni del catalogo dell’etichetta indipendente Palomar records da lui stesso fondata.
Oltre a questo saranno numerosissimi i musicisti che si esiberanno dal 20 al 26 agosto all’insegna del jazz e dell’elettronica: Piero Bittolo Bon (sax alto aumentato, feedback, elettronica), Cene Resnik (sax) Tomaž Grom (contrabasso, elettronica) Vid Drašler (batteria), Mimo Cogliandro (clarinetto basso) Paolo Pascolo (flauto) Giorgio Pacorig (Fender Rhodes) Giovanni Maier (contrabbasso), Zlatko Kaučič (batteria), Andrea Gulli (live electronics), Enrico Terragnoli (chitarra, corde) Zeno De Rossi (batteria, oggetti), Gabriele Cancelli (cornetta), Mirko Cisilino (tromba), Marko Lasič (batteria), Clarissa Durizzotto (clarinetto), Roberto Fabrizio (chitarra), Marco D'Orlando (batteria); ma come sempre largo spazio verrà lasciato anche ad a/v e musica elettronica con Gašper Milkovič-Biloslav, Marko Vivoda (visuals) Mitja Cerkvenik (live electronics), Vladimir Isailovic (a/v performance), Nikos Kandarakis (live electronics).
Tutto da provare sarà invece Play With Me di Editart (20 agosto), un’esperienza/esperimento interattivo sensoriale mentre come da tradizione l’associazione Hybrida curerà con l’uso di diaproiettori e software come Tag-tool l’allestimento visuale degli spazi del festival.
A completare il programma le esposizioni di Cristian Natoli (videoinstallazione), Jan Bierbrauer (pittura su muro), Tomaž Grom (installazione interattiva) e del Collettivo Aeson (installazioni esterne).

Tutte le serate avranno inizio alle ore 21:00 presso Dobialab – Via Vittorio Veneto 32 – Dobbia / Staranzano (Go) e saranno a entrata libera,