Daata Editions by David Gryn

Venezia - 24/05/2016 : 24/05/2016

Al BBAR del Bauer Palazzo, Daata Editions presenterà una selezione di lavori degli artisti Tracey Emin, Michael Manning, Rashaad Newsome, Jacolby Satterwhite e Sara Ludy, Jonathan Monaghan e Davide Quayola, scelti dalla newyorkese bitforms gallery.

Informazioni

  • Luogo: HOTEL BAUER
  • Indirizzo: San Marco 1459, 30124 - Venezia - Veneto
  • Quando: dal 24/05/2016 - al 24/05/2016
  • Vernissage: 24/05/2016
  • Generi: presentazione

Comunicato stampa

Al BBAR del Bauer Palazzo, Daata Editions presenterà una selezione di lavori degli artisti Tracey Emin, Michael Manning, Rashaad Newsome, Jacolby Satterwhite e Sara Ludy, Jonathan Monaghan e Davide Quayola, scelti dalla newyorkese bitforms gallery. Daata lancerà anche le nuove opere di grafica del duo artistico Rosie Hastings & Hannah Quinlan, il cui lavoro si focalizza sulla documentazione e riproduzione degli interni degli storici bar frequentati da gay, come un container per ‘queer discourse’ e animazioni CGI, video installazioni, testi e audio d’archivio (@Gaybar project)


Su commissione di Daata Editions, gli artisti hanno prodotto 6 corti video utilizzando i materiali del UK Gay Bar Directory - un archivio di immagini in movimento di bar gay in the UK. In un clima di rapido imborghesimento dei quartieri gay e le conseguenti chiusure di molti spazi di comunità LGBTQ in UK, gli artisti credono che documentare la scomparsa di questi spazi sia un importante testimonianza storica e una strategia per resistere alle assimilazioni. Filmando i bar quando sono vuoti grazie a una buona camera go-pro, gli artisti svelano il complesso e variegato linguaggio visuale utilizzato da questi spazi nel qualificarsi come gay. Lavorando con il sound producer Jan Piaseki, gli artisti hanno prodotto paesaggi sonori che riproducono registrazioni all’aperto, canzoni pop e fenomeni naturali come lo scongelamento dei ghiacciai e la rottura delle calotte glaciali. Gli artisti usano l’audio per sviluppare una sorta di geografia complicata, erotica e critica in cui si situano questi locali.