Cut a rug a round square

Torino - 11/02/2021 : 08/05/2021

Per la prima volta alle OGR, un’esplorazione contemporanea della pittura, che mette a sistema opere di due collezioni filantropiche internazionali: quella della Fondazione “la Caixa” di Barcellona e quella della Fondazione per l’Arte Moderna e Contemporanea CRT di Torino.

Informazioni

  • Luogo: OGR TORINO
  • Indirizzo: Corso Castelfidardo 22 - Torino - Piemonte
  • Quando: dal 11/02/2021 - al 08/05/2021
  • Vernissage: 11/02/2021 ore 11
  • Curatori: Jessica Stockholder
  • Generi: arte contemporanea
  • Orari: ogni giovedì e venerdì dalle 15.00 alle 20.00, ultimo ingresso ore 19.30
  • Biglietti: ingresso libero
  • Uffici stampa: LARA FACCO P&C

Comunicato stampa

Con la grande mostra curata da Jessica Stockholder, l’area storica com’era com’è e il bookshop Transliteral Shop riaprono gratuitamente le OGR Cult.

Alle ore 15.00 inaugura la mostra Cut a rug a round square all’interno del Binario 1: per la prima volta alle OGR, un’esplorazione contemporanea della pittura, che mette a sistema opere di due collezioni filantropiche internazionali: quella della Fondazione “la Caixa” di Barcellona e quella della Fondazione per l’Arte Moderna e Contemporanea CRT di Torino





Nell’area storica com’era com’è, anch’essa a ingresso gratuito, sarà possibile ripercorrere lo spazio e l’identità originaria delle antiche officine dei treni, dal 1895 fino alla recente riqualificazione in hub dell’innovazione e della cultura contemporanea resa possibile da Fondazione CRT.



È possibile anche curiosare e immergersi tra libri, oggetti di design originali e prodotti a marchio OGR selezionati dal concept bookshop Transliteral Shop che, per l’occasione, propone ai visitatori un ampio ventaglio di volumi e pubblicazioni collegate alla mostra curata da Jessica Stockholder: cataloghi dedicati all’artista, come l’introvabile Stuff Matters di Mousse Publishing, una selezione per bambini delle opere di Hervé Tullet e titoli di saggistica collaterale tra cui Chromaphilia, The Story of Colour in Art di Stella Paula, Fare una mostra di Hans Ulrich Obrist, La cornice. Storie, teorie, testi, a cura di Daniela Ferrari e Andrea Pinotti.

Edizioni uniche e originali, per arricchire la visita.



Ad accompagnare i visitatori in tutti gli spazi delle OGR Cult e di Snodo sarà disponibile un’originale playlist musicale da ascoltare attraverso il canale Spotify delle OGR.

L’esperienza di visita delle OGR Cult (aperte il giovedì e il venerdì dalle 15 alle 20, con ultimo ingresso alle 19) è arricchita di gusto e ricerca gastronomica sui sapori del territorio con le rinnovate proposte culinarie di Snodo, l’area food delle OGR, aperta tutti i giorni, dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 18 e nel weekend dalle 9 alle 18.



“Un ponte tra Torino e Barcellona, tra Fondazione CRT e Fondazione la Caixa, nel segno della collaborazione tra due attori della filantropia istituzionale europea. Con Fondazione CRT, attraverso la sua Fondazione per l'Arte, diamo vita alle OGR ad una nuova e importante iniziativa di valorizzazione della nostra collezione in ambito internazionale – dichiara Massimo Lapucci, Direttore Generale OGR e Segretario Generale Fondazione CRT -. Affrontiamo il complesso momento attuale con grande motivazione e voglia di ripartenza, in un processo di evoluzione continua che vede nell'arte e nell’innovazione due motori essenziali per il rilancio del territorio e del Paese”.



“Siamo pronti a riaprire al pubblico in presenza l'area Cult delle OGR con una programmazione culturale di rilievo, in assoluta sicurezza e rispetto dei protocolli” – dichiara Fulvio Gianaria, Presidente delle OGR e della Fondazione per l’Arte Moderna e Contemporanea CRT.



E aggiunge: “Dalla fucina delle OGR sono nati prodotti digitali inediti che hanno trovato la loro visibilità nell'ambito del progetto OGR Open Sessions. Grazie a questi progetti abbiamo dialogato con il pubblico, indagato e approfondito online i diversi ambiti che abitano quotidianamente le OGR: arte, musica, divulgazione, innovazione tecnologica, food. Ma la forza delle OGR, lo diciamo da sempre, sono le OGR stesse ed è tempo di ricominciare a vivere l'atmosfera unica e suggestiva che si respira in questi spazi”.



Nel periodo di mostra saranno proposti contenuti extra, fruibili dal pubblico anche da remoto, che integreranno l’esperienza espositiva in prospettiva phygital: primo appuntamento martedì 23 febbraio alle 17.30, quando Jessica Stockholder, Nimfa Bisbe della Fondazione "la Caixa" e Samuele Piazza curatore di OGR Cult saranno protagonisti di un live streaming a cura di Fondazione per l’Arte Moderna e Contemporanea CRT – con traduzione simultanea – parte del palinsesto digitale OGR Public Program.

Maggiori informazioni sugli eventi OGR sono pubblicati sul sito www.ogrtorino.it

Per rimanere aggiornati sugli orari di apertura di Snodo, area ristorazione delle OGR, è possibile visitare il sito www.snodo.com

Jessica Stockholder curatrice d’eccezione alle OGR di Torino

Una mostra dal chiaro sapore phygital è allestita presso le Officine Grandi Riparazioni di Torino e conta sulla curatela dell’artista americana Jessica Stockholder. In attesa della riapertura non appena le restrizioni per contenere la pandemia si allenteranno.