Cosimo I de’ Medici e l’invenzione del Granducato di Toscana

Firenze - 24/11/2019 : 18/01/2020

L’Archivio di Stato di Firenze ospita il percorso espositivo Cosimo I de’ Medici e l’invenzione del Granducato, che racconta la vicenda umana e politica del primo granduca di Toscana attraverso una selezione tra i molti documenti conservati nell’Archivio di Stato di Firenze, accompagnati da un ricco apparato iconografico.

Informazioni

  • Luogo: ARCHIVIO DI STATO DI FIRENZE
  • Indirizzo: Viale Della Giovine Italia 6 - Firenze - Toscana
  • Quando: dal 24/11/2019 - al 18/01/2020
  • Vernissage: 24/11/2019
  • Generi: documentaria, arte antica
  • Orari: lun-ven 9-17; sab-dom 10-13 (escluse le festività e i giorni 24 e 31 dicembre pomeriggio)
  • Biglietti: ingresso libero

Comunicato stampa

Dal 24 novembre 2019 al 18 gennaio 2020 l’Archivio di Stato di Firenze ospita il percorso espositivo Cosimo I de’ Medici e l’invenzione del Granducato, che racconta la vicenda umana e politica del primo granduca di Toscana attraverso una selezione tra i molti documenti conservati nell’Archivio di Stato di Firenze, accompagnati da un ricco apparato iconografico

Dall’albero genealogico della famiglia Medici a un excursus sulla famiglia di Cosimo, da una parentesi sull’araldica della famiglia Medici a un ambiente più scuro e intimo che intende riportare alla mente i misteriosi studioli, posti in Palazzo Vecchio, in cui Cosimo conservava le carte più preziose e importanti, fino ad alcune lettere di Michelangelo Buonarroti indirizzate a Cosimo I. Il percorso politico è mostrato attraverso documenti ufficiali, alcuni anche di grande impatto visivo: diplomi imperiali pergamenacei segnano i progressi di Cosimo nell’affermare il proprio potere su uno Stato territoriale via via più ampio, organizzato in modo moderno. L’avvicinamento progressivo al papato consentì a Cosimo di ricevere dal papa un nuovo titolo sovrano, inventato per lui, quello di Granduca, che lo mise al di sopra degli altri duchi italiani: l’immagine della bolla papale con il disegno della corona granducale segna il punto di arrivo del percorso espositivo.