Corrado Marchese – Storyless

Carrara - 27/06/2014 : 31/08/2014

La mostra presenta una selezione di lavori dell’artista tra cui cinque sculture realizzate da diversi tipi di marmo, esclusivamente pezzi di recupero, in marmo Rosa del Portogallo, Giallo di Siena e Calacatta di Carrara.

Informazioni

  • Luogo: TABULARASA TEKE' GALLERY
  • Indirizzo: Via Santa Maria, 13d 54033 - Carrara - Toscana
  • Quando: dal 27/06/2014 - al 31/08/2014
  • Vernissage: 27/06/2014 ore 18
  • Autori: Corrado Marchese
  • Curatori: Federica Forti
  • Generi: arte contemporanea, inaugurazione, personale
  • Orari: dal lunedì al sabato dalle 9 alle 19. Apertura straordinaria: ven sab e dom dalle 19 alle 24
  • Email: info@tekegallery.com
  • Patrocini: Sponsor: Tabularasa s.r.l. e Torart s.n.c. All’interno dell’evento Marble Weeks
  • Catalogo: con testo critico di: Federica Forti

Comunicato stampa

In occasione della quarta edizione della Marble Weeks che si terrà a Carrara da giugno a settembre 2014, inaugura la nuova Galleria Tekè a Carrara in via Santa Maria 8 ½.

Tabularasa Tekè Gallery apre le porte al pubblico il 27 giugno alle ore 18:00 con la mostra personale “Storyless” dello scultore Corrado Marchese (Padova, 1983) a cura di Federica Forti.

La mostra presenta una selezione di lavori dell’artista tra cui cinque sculture realizzate da diversi tipi di marmo, esclusivamente pezzi di recupero, in marmo Rosa del Portogallo, Giallo di Siena e Calacatta di Carrara



“Sommessa e preziosa, delicata come un fiore, ma graffiante come un giro di chitarra elettrica, l’espressività di Corrado Marchese, scultore padovano di nascita e carrarese per amore della materia, si svela attraverso una selezione di lavori che appartengono alla stessa ricerca.
La pietra si attorciglia in racemi che avviluppano ossa e candele. Rimandano al tempo che passa sulle macerie, mentre i piedi sono ancorati alla vita terrena ed i fiori sbocciano in segno di rinascita. La tecnica di Corrado Marchese ha voluti riferimenti alla scultura classica, rinascimentale e barocca, ma nel contempo un legame con la musica punk rock dalla quale l’artista eredita piglio ribelle, tono critico, impegno sociale”.
Estratto dal testo di Federica Forti in catalogo.

Il catalogo con testo critico di Federica Forti e veste grafica di Marco Mirko Nani è stato realizzato grazie al sostegno di Tabularasa s.r.l. e Torart s.n.c.