Corpo a corpo

Pavia - 28/09/2013 : 10/11/2013

Mostra collettiva, realizzata in collaborazione con Fabbrica Eos di Milano e galleria Alphacentauri di Parma.

Informazioni

  • Luogo: HANGART STUDIO
  • Indirizzo: Via Bargiggia, 4 27100 - Pavia - Lombardia
  • Quando: dal 28/09/2013 - al 10/11/2013
  • Vernissage: 28/09/2013 ore 18,30
  • Generi: arte contemporanea, collettiva
  • Orari: dal martedì al venerdì 15.30 – 19.00 sabato e domenica su appuntamento
  • Sito web: http://www.darkroomsilmar.it
  • Email: darkroom@darkroomsilmar.it

Comunicato stampa

Dark Room Silmarartgallery parteciperà con Andrea Saltini e Federica Poletti alla collettiva “Corpo a corpo” nello spazio espositivo Hangart Studio di Pavia.
La mostra, realizzata in collaborazione con Fabbrica Eos di Milano e galleria Alphacentauri di Parma, inaugurerà sabato 28 settembre e si protrarrà fino al 10 novembre.
Andrea Saltini e Federica Poletti si confronteranno con diversi nomi della scena artistica contemporanea –fra i quali spiccano Jan Saudek e Ken Damy - che indagano con i medium pittorico, fotografico e scultoreo il corpo

Un corpo bello ed esibito ma anche sofferente e maltrattato, un corpo sublimato e vissuto che sa essere sacro e feroce. Un corpo che racconta tante storie quanti sono gli artisti che lo dipingono e diventa membrana viva fra l’anima dell’artista e la società.
Entrambi gli artisti di Dark Room affrontano la ricerca sul corpo in un modo diretto e appassionato e da prospettive diverse ma complementari in cui ognuno potrà trovare qualcosa di sé:
Andrea Saltini lega l’immagine del corpo alle emozioni contrastanti che nascono in una relazione e che raggiungono il loro apice in un abbraccio, una forma di corpo a corpo che può racchiudere in sé dramma ed elegia, abbandono e contatto. Saltini dipinge una comunicazione corporea più immediata, sincera e consapevole di quella verbale, una comunicazione in cui l’ istinto non è mediato dalla ragione. Eppure questo corpo non ha mai una fisicità prepotente ma è una presenza quasi soffusa e protagonista resta sempre l’anima che esso custodisce, non la carne.
Federica Poletti entra quasi fisicamente nel corpo, svelandone le ossa e gli organi, analizzandolo e martoriandolo, mettendone il luce il presunto aspetto peccaminoso legato al sesso e alla morale. Per Federica Poletti il corpo è un veicolo attraverso cui tutto il vissuto passa lasciando i propri segni. Il suo corpo dipinto è voracità, passato, memoria ma è anche un corpo che viene infine assolto e celebrato attraverso una serie di immagini di Santi


CORPO A CORPO
Collettiva con opere di Debora Barnaba, Marina Burani, Ken Damy, Stefano Fanni, I.R.E.M.I.D.A., Silvia Manazza, Giuseppe Mastromatteo, Federica Poletti, Ruggero Rosfer, Andrea Saltini, Marilena Sassi, Jan Saudek
In collaborazione con le gallerie Darkroom Silmarartgallery di Carpi (MO), Fabbrica EOS di Milano, Alphacentauri di Parma