Corpicrudi – Le Vergini

Milano - 15/10/2011 : 15/10/2011

Le Vergini viene presentato ora in contesti teatrali internazionali grazie alla consolidata collaborazione con il coreografo Matteo Levaggi del Balletto Teatro di Torino.

Informazioni

Comunicato stampa

[…] La bellezza muore solo se condannata a morte. [Massimo Tantardini]

Possiamo amare la morte con la stessa intensità con la quale amiamo la vita. In un futuro disteso. Noi tutte qui distese a contemplare dormienti l’immenso cielo, e in quel sonno, le pupille accecate dalla luce eterna, saremo una cosa sola avvinte dalla moribonda vertigine umana verso il transumano

[Le Vergini, Claudia Attimonelli]


Dopo il debutto del progetto Le Vergini nel maggio 2011 nella personale degli artisti CORPICRUDI (Samantha Stella e Sergio Frazzingaro) presso la galleria genovese Guidi&Schoen Arte Contemporanea, con una selezione di immagini fotografiche e una videoinstallazione, e la pubblicazione dell’omonimo libro d’arte con testi di Claudia Attimonelli e prefazione di Massimo Tantardini, Le Vergini viene presentato ora in contesti teatrali internazionali grazie alla consolidata collaborazione con il coreografo Matteo Levaggi del Balletto Teatro di Torino.
Le Vergini debutterà in prima assoluta a Miami il 16 settembre 2011 presso l’Amaturo Theater Broward Center for the Performing Arts in occasione dell’International Ballet Fest, per poi essere presentato in Italia il 15 Ottobre 2011 presso il Teatro Elfo Puccini di Milano, nell’ambito del Festival MilanOltre.
Le coreografie sono firmate da Matteo Levaggi, mentre CORPICRUDI firmano progetto, impianto scenico e costumi. I testi sono di Claudia Attimonelli (estratti dal libro Le Vergini di CORPICRUDI e Claudia Attimonelli), la musica di Pyotr Ilyich Tchaikovsky (estratti da La Bella Addormentata nel bosco) e della violoncellista Hildur Gudnadottir, il disegno del suono è di Alessandro Negro, la produzione è del Balletto Teatro di Torino, sotto la direzione artistica di Loredana Furno. In scena i sei danzatori del Balletto Teatro di Torino (Kristin Furnes, Manuela Maugeri, Viola Scaglione, Giuseppe Cannizzo, Gert Gijbels e Vito Pansini).

Le Vergini nasce da una riflessione sul valore della bellezza e sulla sua possibile condanna. Una tematica ispirata visivamente a due pellicole di culto, Picnic at Hanging Rock di Peter Weir (1975) e The Virgin Suicides di Sofia Coppola (1999), nelle quali giovani protagoniste spariscono o scelgono il suicidio. Utilizzata nella sua accezione più simbolica ed onirica, la morte diventa metafora del passaggio dalla vita nella sua stagione più in fiore, la pre-adolescenza, connotata da bellezza e giovinezza, all’età della maturità e della consapevolezza.
La collaborazione tra CORPICRUDI, Matteo Levaggi e il Balletto Teatro di Torino è stata avviata con la precedente creazione PRIMO TOCCARE, opera in tre atti (White, Black e Red) che ha debuttato a Lyon, a New York e a Bolzano, rispettivamente nel 2008, 2009 e 2010, ottenendo una recensione a quattro stelle da parte del Financial Times di New York, e diventando oggetto di un documentario prodotto da Classica TV con regia di Francesca Pedroni.
Sarà possibile assistere all’esecuzione completa di PRIMO TOCCARE presso il Teatro Elfo Puccini di Milano il 13 Ottobre 2001 alle ore 21, mentre il 14 Ottobre 2011, sempre all’Elfo Puccini, alle ore 18 ci sarà un incontro con CORPICRUDI e Matteo Levaggi (e presentazione del documentario di Classica TV) che proseguirà alle 21 con una serata interamente firmata da Matteo Levaggi.
Prosecuzione ideale della precedente trilogia, la nuova creazione Le Vergini conferma la coincidenza di necessità comunicativa e di linguaggio estetico tra le due identità artistiche, e al contempo una totale indipendenza della coreografia di Levaggi dal progetto di CORPICRUDI in dichiarata assenza di una comune regia.
Dopo i debutti a Miami e a Milano, lo spettacolo Le Vergini sarà presentato in successivi appuntamenti con un calendario in via di definizione che include la Lavanderia a Vapore di Collegno (24-25 Novembre 2011) e il Mart - Museo d’Arte Moderna e Contemporanea di Trento e Rovereto (7 Dicembre 2011).


CORPICRUDI è un progetto artistico per visioni firmato dagli artisti italiani Samantha Stella e Sergio Frazzingaro. Insieme strutturano la direzione artistica di installazioni live ed eventi inaugurali, scattano fotografie e realizzano video alternandosi durante i loro set. La filosofia di CORPICRUDI è la Bellezza come valore storico. Il loro lavoro è una combinazione tra l’Apollineo e il Dionisiaco, perfettamente bilanciato tra armonia e disarmonia, luce e dramma, bene e male.

MATTEO LEVAGGI si forma alla scuola del BTT, dove ha poi modo di entrare a far parte della compagnia, distinguendosi per le sue particolarità di movimento. Molti coreografi invitati creano per lui, inclusa Karole Armitage nel 2000. Nel 1997 entra all’Aterballetto, con la direzione di Mauro Bigonzetti. Dopo sceglie una carriera libera. Per il BTT ha creato balletti ispirati ad artisti come Andy Warhol e Caravaggio. Eclettico nelle scelte, lavora con compositori contemporanei come Giovanni Sollima, Heiner Goebbels, Béla Bartók, Gyorgy Ligeti. Crea per il balletto dell’Arena di Verona, La Bottega Fantastica (Rossini/Respighi) e Drowning by Numbers su musiche di Michael Nyman. Nel 2006 è invitato da Ismael Ivo con una creazione per il BTT alla Biennale di Venezia Danza, nel 2007 alla Biennale della Musica di Zagabria. Nel 2008 alla Biennale de la Danse de Lyon con la creazione PRIMO TOCCARE White, nel 2009 con PRIMO TOCCARE Black al Joyce Theater di New York, e con PRIMO TOCCARE Red a BolzanoDanza nel 2010.

BALLETTO TEATRO DI TORINO nasce negli anni ‘70 a Torino, attorno alla figura dell’étoile del Teatro Regio, Loredana Furno. A partire dal 2001 Loredana Furno ridefinisce il profilo artistico del BTT scegliendo come coreografo stabile Matteo Levaggi che plasma sulla sua particolare qualità di movimento i nuovi danzatori della compagnia. Il Balletto Teatro di Torino nel 2008 è insignito del Prix compagnie d'auteur nell'ambito de Les Étoiles de Ballet2000, Cannes, Palazzo dei Festivals. Il BTT ha portato i suoi spettacoli nei maggiori teatri italiani e all’estero: Argentina, Perù, Stati Uniti, Brasile, Uruguay, Russia, Cina, Taiwan. Dal 2009 è compagnia residente della Lavanderia a Vapore, Centro di eccellenza per la danza di Collegno (Torino).

CLAUDIA ATTIMONELLI insegna cinema, fotografia e televisione, spettacolo e comunicazione all’Università di Bari. Dagli anni Novanta ha scelto Berlino come meta di studio e di ricerca. I suoi campi d’indagine sono: sociosemiotica della musica, visual culture, media studies e fashion theories. Collabora come curatrice e autrice di videoarte con gallerie e club. Tra le sue pubblicazioni: Underground zone. Dandy, punk, beautiful people con Antonella Giannone (2011), Sigla Bondage, come ti lego e ti sospendo al video (2010), Little Miss, l’erotizzazione del corpo delle bambine (2009), L’artista è un eroe mediale (2009), Techno: ritmi afrofuturisti (2008).






¬