Confluenze – Kaddish

Torino - 06/12/2011 : 07/12/2011

L'ultimo appuntamento di Confluenze è previsto con la prima assoluta di Kaddish: in scena sarà installata l'opera dell'artista inglese Cerith Wyn Evans In Girum Imum Nocte et Consumimur Igni, curioso gioco intellettivo e ottico, accentuato dalla circolarità dell'installazione.

Informazioni

  • Luogo: TEATRO VITTORIA
  • Indirizzo: Via Antonio Gramsci 4 - Torino - Piemonte
  • Quando: dal 06/12/2011 - al 07/12/2011
  • Vernissage: 06/12/2011 ore 21
  • Generi: performance – happening, serata – evento

Comunicato stampa

Confluenze cantiere di musica / danza / parola / artivisive è un'ipotesi di convergenze tra discipline diverse.
Il progetto - sostenuto dalla Compagnia di San Paolo - nasce dalla collaborazione, dallo scambio e dal confronto di Unione Musicale, Torinodanza, Fondazione Sandretto Re Rebaudengo e Teatro Stabile di Torino



Teatro Vittorìa, 6 - 7 Dicembre 2011 - prima assoluta

KADDISH

Qudus Onikeku
opera di Cerith Wyn Evans
Davide Livermore in residence

L'ultimo appuntamento di Confluenze è previsto per il 6 e il 7 Dicembre 2011 con la prima assoluta di Kaddish: in scena sarà installata l'opera dell'artista inglese Cerith Wyn Evans In Girum Imum Nocte et Consumimur Igni, curioso gioco intellettivo e ottico, accentuato dalla circolarità dell'installazione. L'intertestualità che è alla base della pratica di Wyn Evans troverà relazione diretta con la coreografia ideata e danzata da Qudus Onikeku, realizzando così uno degli obiettivi di fondo dell’iniziativa che si è proposta come nuova forma associativa di musica e danza, con ideazione autonoma della parte musicale . Qudus Onikeku, nigeriano, ventisettenne, eletto danzatore dell’anno ai Future Awards 2009 si definisce un moderno tuareg che indaga con i suoi spettacoli la condizione umana in uno stile che porta tracce di acrobazia, capoeira, tai chi, hip-hop e danza contemporanea.
La componente musicale è affidata all’Ensemble Confluenze diretto da Giampaolo Pretto, con esecuzioni di musiche rinascimentali e contemporanee.

Per il progetto Confluenze le scelte visive sono della Fondazione Sandretto Re Rebaudengo. Quelle coreutiche di Torinodanza e quelle musicali dell'Unione Musicale, coordinate da Giampaolo Pretto.