Concrete Jungle

Milano - 08/04/2014 : 13/04/2014

Esposizione, temporary shop ed eventi legati alla cultura urbana. Ogni artista ha sviluppato il proprio immaginario visivo in una riflessione e descrizione della città, con il comune scopo di rappresentarne la dimensione istintiva e animalesca.

Informazioni

Comunicato stampa

Una giungla di cemento, vera e concreta. Un ossimoro che rimanda all’universo di contraddizioni delle metropoli, luogo in cui l’uomo smarrisce e ritrova la propria identità in altre forme e combinazioni; al lato opposto la giungla, simbolo di una realtà inquietante: la natura allo stato puro. Al pari degli ecosistemi naturali anche gli ambienti urbani sono complessi organismi biologici regolati dai cicli di aria, acqua e suolo: ecosistemi urbani in cui l’uomo interagisce con le varie componenti e stabilisce determinate relazioni più o meno complesse

Da queste connessioni e dualismi nasce il progetto “Concrete Jungle” ideato da Studio TAAG: dall’8 al 13 aprile negli spazi di Ese House di via Tortona. Un’esposizione, un temporary shop ed una serie di eventi legati alla cultura urbana. Ogni artista presente ha sviluppato il proprio immaginario visivo in una prospettiva aperta alla riflessione e alla descrizione della città, con il comune scopo di rappresentarne la dimensione istintiva e animalesca. Parteciperanno artisti provenienti da diverse aree espressive per un evento trasversale e multidisciplinare: Marco Menghi, Marco Dapino, Francesco Anselmi e Delfino Sisto Legnani, fotografi milanesi; la stilista e creatrice di gioielli Alice Visin; Luca Giacalone, graphic designer/ illustratore presenterà in anteprima “Sharp Conspiracy” brand di streetwear avantgarde; Anna Twiggy, sarà presente con un progetto sulle zampe di maiale tatuate; Lorenzo Passi, vetraio trapiantato a Venezia; Monica Vignati, artista milanese; Andrea Malini, faentino, presenterà le lampade della serie “Legno e luce”; Leonardo Scotti, altro giovane fotografo milanese; ed infine l’artista Pietro Sganzerla. All’esterno, insieme al temporary shop, saranno presenti i ragazzi di “Dischi suonati” con i loro vinili in vendita. Inoltre alla chiusura dell’esposizione ci saranno aperitivi curati dagli chef di “Bacchi & Perry” e le serate continueranno con i concerti e dj set techno, house e tribal all’interno del cortile.