Con gli occhi chiusi – Gianluca e Massimiliano De Serio

Torino - 24/11/2011 : 31/01/2012

La seconda tappa del progetto Con gli occhi chiusi a cura di Luigi Fassi, vede la partecipazione di Gianluca e Massimiliano De Serio, (1978) con il lavoro Looking for Luminiţa.

Informazioni

Comunicato stampa

La seconda tappa del progetto Con gli occhi chiusi a cura di Luigi Fassi, vede la partecipazione di Gianluca e Massimiliano De Serio, (1978) con il lavoro Looking for Luminiţa.



A metà strada tra cinema e video arte, le produzioni dei fratelli De Serio mettono in primo piano figure socialmente marginali e periferiche, in un ritmo narrativo che non segue logiche tradizionali ma è spesso ridondante o iper-concentrato, fondato su un rapporto di scavo emotivo dei soggetti trattati

Dalle periferie urbane torinesi agli spazi delle metropoli africane, dalle patologie psichiche agli scenari socio-politici, gli artisti seguono un percorso di attenzione umanistico alla vita nelle sue manifestazioni più dimenticate ed estreme.



Looking for Luminiţa, opera inedita presentata per la prima volta alla GAM di Torino, è realizzata a partire dai materiali audiovisivi girati e raccolti dagli artisti in Romania durante il casting per la ricerca dell’attrice protagonista del loro primo lungometraggio, Sette opere di misericordia che, già pluripremiato ai festival di Locarno, Annecy e Villerupt, sarà presentato a Torino Film Festival il 28 novembre 2011 e uscirà in sala a gennaio 2012.



Completata la sceneggiatura e giunti in Romania (nelle città di Cluj, Timisoara, Bucarest e Iasi), alla ricerca della protagonista del loro film - Luminiţa, una ragazza moldava emigrata illegalmente in Italia - i due artisti hanno ascoltato e visionato per alcuni giorni una molteplicità di giovani attrici professioniste, in un turbinio di volti e vite messe in gioco di fronte alla telecamera con la volontà di poter interpretare il ruolo.



Looking for Luminiţa è il ritratto visivo di una generazione di giovani donne romene in cui si susseguono prove di scene, scontri fisici, confessioni intime e microstorie che uniscono la vita delle attrici al personaggio fittizio del film cercato dagli artisti.

L’opera è così una riflessione sulla messa in scena, in uno spazio sospeso tra realtà e finzione, un deambulare carico di emozione e stupore tra esistenze concrete e immaginarie.









Gianluca e Massimiliano De Serio sono registi e video-artisti e hanno partecipato a molteplici mostre in Italia e all’estero. Tra i principali progetti personali: No Fire Zone, Fondazione Merz, Torino (2010); Bakroman, ar/ge kunst, Bolzano (2010), Love, the Trilogy, Guido Costa, Torino (2009). Tra i progetti collettivi: Il Belpaese dell’arte. Etica ed Estetica della nazione, GaMeC, Bergamo (2011), Premio Italia Arte Contemporanea, MAXXI, Roma (2010), Manifesta7, Trento, (2008).

Come registi sono stati oggetto di retrospettive al Museo del Cinema, Torino (2010), all’Arcipelago Film Festival, Roma (2010), al Museo de Arte Moderno La Tertullia, Cali, Colombia (2008) e al Contemporary Art Center, Tel Aviv, Israele (2008).



Come registi hanno partecipato e vinto numerosi premi in festival nazionali e internazionali: la pre-selezione agli Oscar per il Miglior Cortometraggio (2005, Los Angeles), la candidatura agli European Academy Awards (2006), il Nastro d’Argento per il Miglior Cortometraggio (2004), il Nastro d'Argento per la Miglior Sceneggiatura di cortometraggio (2005), il Nastro d'Argento per la Miglior Produzione di cortometraggio (2006), due candidature al David di Donatello per il cortometraggio (2005 e 2006), la candidatura al Globo d’Oro (2005 e 2006). Hanno vinto molti premi in festival di cinema internazionali, tra cui l’Edinburgh International Film Festival (2006), Festival Internazionale del Cortometraggio di Oberhausen (2006), Internationales Trickfilm-Festival di Stoccarda (2005), Vendome Huesca (2005), Vendome (2005 e 2006), Festival Internazionale del Cortometraggio di Siena, miglior film italiano in pellicola per tre anni consecutivi al Torino Film Festival. Tra i festival in cui i corti dei fratelli De Serio hanno partecipato vi sono: Sao Paolo, Rotterdam, NICE, Tirana; Annecy cinema italien; Tampere, Finlandia; Tanger; London, Glasgow; Grimstad, Norvegia; Grezland filmtage, Borderlands, Selb, Germania; Sofia, Bulgaria; Roma; Amburgo, Belo Horizonte, Seoul, Santa Barbara, New York.



VITRINE

GAM Torino. Via Magenta, 31

Atrio e piano interrato



Con il titolo Vitrine la GAM di Torino propone un progetto inedito e offre un nuovo spazio alla giovane ricerca artistica piemontese, dando spazio a artisti che si stanno distinguendo con la loro opera nel panorama artistico nazionale. Il progetto è suddiviso in cicli e prevede per ogni fase l’impegno di un diverso curatore, chiamato a individuare un tema e una selezione di artisti che esporranno opere inedite realizzate appositamente per gli spazi della galleria, con il fine ultimo di presentare al pubblico un’ampia vetrina significativa della produzione artistica del nostro territorio.



Primo ciclo: CON GLI OCCHI CHIUSI

a cura di Luigi Fassi dal 27 settembre 2011 al 31 luglio 2012



La prima parte di Vitrine è affidata al giovane curatore torinese Luigi Fassi, che ha selezionato otto artisti torinesi, attivi singolarmente o in coppia, nati tra gli anni Sessanta e gli Ottanta. Il titolo del suo ciclo Con gli occhi chiusi prende a prestito il titolo del romanzo di esordio di Federigo Tozzi del 1918. La miopia del protagonista adombrata dal racconto di Tozzi costringe a un diverso accesso all’esperienza del mondo, in un’indeterminazione che allunga e distorce non solo la visione esterna, ma anche quella dell’interiorità. La metafora novecentesca di Con gli occhi chiusi costituisce un’ipotesi di lettura dei lavori degli artisti coinvolti dal curatore, dando risalto alla loro volontà di presentare prospettive di margine e rimozione. Le opere del progetto riverberano così una capacità esplorativa della realtà portata avanti in termini intuitivi e non lineari - quasi ad occhi chiusi.



Con gli occhi chiusi. Gli artisti selezionati: Renato Leotta (1982), Gianluca e Massimiliano de Serio (1978), Isola e Norzi (Hilario Isola e Matteo Norzi 1976), Alessandro Sciaraffa (1976), Caretto e Spagna (Andrea Caretto 1970 e Raffaella Spagna 1967).



I prossimi appuntamenti:



Isola e Norzi 9 febbraio- 31 marzo 2012; Alessandro Sciaraffa 12 aprile – 30 maggio 2012;

Caretto e Spagna 5 giugno - 31 luglio 2012