Collisioni 2014

Barolo - 18/07/2014 : 21/07/2014

Collisioni, il Festival di letteratura e musica in collina.

Informazioni

Comunicato stampa

Tre giorni di incontri e concerti non-stop nelle piazze di Barolo, circondato dalle colline delle Langhe. Il paese diventa un palcoscenico che ospita dibattiti con premi nobel, scrittori, giornalisti, attori, in un’atmosfera informale, di dialogo costante con il pubblico. I concerti hanno luogo nella piazza principale del paese, un anfiteatro naturale circondato dalle vigne storiche dei cinque “grandi crus” del vino Barolo. Collisioni è il più grande Festival di letteratura e musica del Piemonte, organizzato grazie al sostegno della Regione e degli Assessorati alla Cultura e al Turismo piemontesi.
Peculiarità del Festival è la sua vocazione sociale ed educativa

Grazie al Progetto Giovani di Collisioni, il Festival infatti ospita gratuitamente più di 400 ragazzi da tutta Italia, specialmente dalle zone più in difficoltà economica, i quali partecipano come volontari nell’organizzazione dell’evento. E ogni anno, durante il festival, alcuni personaggi della musica e della scena letteraria italiana organizzano dibattiti insieme ai ragazzi a partire dagli argomenti più attuali, per riflettere sulle problematiche che più affliggono le nuove generazioni.
UN FESTIVAL INTERNAZIONALE
L’interesse dimostrato dalla stampa e dalle TV nazionali per il Festival e per la sua formula innovativa, unito alla presenza dei più importanti scrittori e artisti internazionali hanno reso Collisioni un appuntamento imperdibile e prestigioso, grazie al suo cartellone artistico che negli anni ha visto ospiti nomi come: Salman Rushdie, Paul Auster, il regista Premio Oscar Michael Cimino, Don DeLillo, il Premio Nobel José Saramago, David Grossman, Hanif Kureishi, il Premio Nobel Vidia S. Naipaul, Ian McEwan, Bret Easton Ellis, Abraham Yehoshua, Luis Sepulveda, Bob Dylan, Patti Smith, Boy George e molti artisti italiani, da Lucio Dalla, a Zucchero, Giuseppe Tornatore, Carlo Verdone, Luciana Littizzetto, Gianna Nannini, Roberto Saviano, David Sedaris, Luciano Ligabue.